I Viaggi Di Roby

ISCHIA FILM FESTIVAL 14 - "Lillo" mattatore della quinta giornata


ISCHIA FILM FESTIVAL 14 -
Ricca di ospiti e di spunti di riflessioni interessantissimi la quinta serata del 29 giugno 2016 al Castello Aragonese di Ischia. La XIV Edizione dell’Ischia Film Festival procede raccogliendo consensi unanimi e un alto gradimento del pubblico presente.

Dopo il trio italiano d’eccezione, Silvio Orlando, Nando Paone e Massimo Gaudioso, anche "Lillo" si dichiara innamorato del Festival delle location. L’eccezionale Lillo Petrolo, noto al grande pubblico per il sodalizio artistico con Claudio Gregori (Lillo e Greg), dopo essere stato premiato lo scorso anno alla kermesse ischitana, torna all’Edizione 2016 dell’Ischia Film Festival in veste di giurato e dichiara, con la sua consueta simpatia: “Non credo che al mondo esista un posto migliore per organizzare un Festival, una location mozzafiato. Sono stato qui lo scorso anno e ci sono tornato di corsa; sarei tornato in qualsiasi veste. Il Direttore Michelangelo Messina mi ha onorato nominandomi giurato e non posso che rivolgere a lui e a tutto lo staff un ringraziamento di cuore per l’accoglienza. E’ stato un compito bellissimo perché mi č stata assegnata la visione dei documentari, un genere che adoro.”

Molto attesa, poi, la proiezione di “WAX: we are the X”. Presenti il regista Lorenzo Corvino e gli attori Gwendolyn Gourvenec, Jacopo Maria Bicocchi e Davide Paganini. Lorenzo Corvino: “Siamo felicissimi di essere a Ischia e siamo emozionati perché il nostro film verrŕ proiettato in questo scenario di indescrivibile bellezza: a tutti i presenti non dirň buona visione, ma buon viaggio. Questo č il Festival delle location e quando parliamo di ‘location’ nel Cinema non dobbiamo intendere solo delle belle inquadrature ma l’interazione della storia, dei personaggi e dell’interpretazione degli attori con l’ambiente scelto. ‘Wax: we are the X’ č un ‘movie on the road’ che parte da Roma e arriva a Montecarlo: un viaggio all'interno di una generazione troppo spesso dimenticata; un viaggio che racconta la storia di ragazzi che non hanno voce nella Societŕ ma che, ad un certo punto, hanno la possibilitŕ di dire la loro grazie a due giornalisti… č una storia vera e ci tengo a precisare che il film č stato interamente realizzato senza finanziamenti pubblici, solo privati.”

Applausi, poi, per Roberto Moliterno che ha presentato “Centosanti”; per Sergio Vitolo al Festival con “Bella e Perduta”; per Davide Minnella con “Il potere dell’oro rosso” e per l’anteprima di “Patriot” firmato da Michelangelo Fano.

30/06/2016, 16:11