FilmdiPeso - Short Film Festival

Note di regia di "Finchè c'è Prosecco c'è Speranza"


Note di regia di
Una scena di "Finchè c'è Prosecco c'è Speranza"
Dopo aver passato un terzo della mia vita a New York, Stucky - l'ispettore nato dalla frizzante
immaginazione di Fulvio Ervas, e nei cui occhi Giuseppe Battiston ha riversato un oceano di
emozioni - è venuto a prendermi e mi ha riportato alla mia terra: un piccolo arcipelago di dolci
rilievi trapuntati di vigne che si sta trasformando velocemente in un frenetico luna park enofinanziario:
Proseccolandia. Finché c'è prosecco c'è speranza vuole essere è un giallo ma al tempo
stesso un modo per puntare la lente d’ingrandimento su una realtà geografica poco esplorata dal
cinema Italiano. È un’indagine impregnata di riflessioni sul futuro che vogliamo. Un inno all’andare
piano, assaporando la vita. Un ritratto di un territorio ingarbugliato tra progresso e tradizione, tra
eccellenze a vergogne. Una lettera d’amore. Autentica.

Antonio Padovan