http://ortigiafilmfestival.com/2018/
I viaggi di Roby
Cinema Aquila

TFF35 - FAVOLA, bizzarro esperimento (poco riuscito)


Sebastiano Mauri porta in scena uno spettacolo teatrale di grande successo con Filippo Timi: risultato deludente


TFF35 - FAVOLA, bizzarro esperimento (poco riuscito)
Favola
C'era una volta uno spettacolo teatrale di successo, riuscito e coinvolgente (narrano le cronache: chi scrive non vi ha assistito, ma ha avuto modo di riscontrare analoghi successi per altre opere di Filippo Timi, NdR). C'era una volta qualcuno che ebbe l'idea di rifare quello spettacolo in una versione cinematografica, riproducendo dialoghi e (parzialmente) le scene e costruendo un "qualcosa" che non n l'uno n l'altro e rischia di deludere tutti.

Lo spettacolo in questione ovviamente "Favola", diretto per il cinema da Sebastiano Mauri e sempre interpretato, come in scena, da Filippo Timi e Lucia Mascino, storica e affiatata coppia artistica.

Siamo negli Stati Uniti, negli anni '50, in una casa coloratissima e decisamente kitsch dove una moglie devota (di un marito meschino, maschilista e violento, scopriremo) intenta a farsi bella e passare il tempo con il cagnolino impagliato, Lady. Ogni tanto una visita dell'amica Esmerald, qualche fantasia su un vicino di casa, tante attese del coniuge e qualche lavoro domestico. E tante, tante, tante parole.

Manca totalmente il ritmo a "Favola": tutto il film, i dialoghi, le scenografie potranno essere perfetti per il palco di un teatro, ma sul grande schermo di un cinema risultano falsi, pedanti, a tratti fastidiosi. Funzionano alcuni momenti (il cane impagliato il personaggio che pi resta nel cuore, credo sia detto tutto...), ma troppo poco e troppo pochi.

Sfugge il senso di questa operazione: mischiare i linguaggi probabilmente confonde ancor pi la visione di una storia contorta e complessa.

30/11/2017, 23:38

Carlo Griseri

Video del giorno