I viaggi di Roby
Nuovo Cinema Aquila

Note di regia di "Happy Today"


Note di regia di
Una scena di "Happy Today"
Sono partito per lUganda con lidea di documentare il diritto alla salute e all'educazione, laffermazione della dignit della donna e della possibilit di far nascere i propri figli in contesti pi sani, raccontandolo attraverso gli occhi di un'ostetrica.
Arrivato a Kalongo ho incontrato diverse studentesse della scuola di ostetricia e le ho seguite fin da subito, entrando sempre pi in confidenza con loro. Sono bastati pochi attimi per capire che Patricia, la protagonista di Happy Today, con la sua spontaneit e la sua dolcezza, riusciva ad incarnare e a trasmettere il senso dell'essere ostetrica. Cos ho deciso di concentrarmi su di lei, raccontando la sua storia attraverso i riti della quotidianit.
L'Uganda tra i paesi con la pi alta mortalit materna e infantile, e uno dei motivi insito nella cultura africana che vuole la donna forte partorire da sola, senza assistenza. Nella vita di quasi tutti gli abitanti africani c' una storia legata al parto vissuto come un'esperienza traumatica.
Scavando a fondo nel passato di Patricia, come in quello di tante altre ragazze, si incontrano momenti di estrema sofferenza che formano e rafforzano la loro fede nella vita. Da qui nasce la convinzione che aiutando gli altri si possa, in qualche modo, estirpare il loro dolore.
Seguendo questa storia, mi sono infine ritrovato di fronte allumanit e allamore pi puro. Circondato dallo spettacolo che la natura genera incondizionatamente con forza travolgente e libert, senza sosta, relegando in secondo piano le complessit congenite dei luoghi e dei contesti sociali.