Meno di 30
I Viaggi di Robi

VENEZIA 75 - "Isis, Tomorrow", rovinar(si) il futuro


Francesca Mannocchi e Alessio Romenzi proseguono il loro percorso nel racconto del Medio Oriente


VENEZIA 75 -
Isis, Tomorrow
Formare e arruolare i pi giovani, per usufruire di soldati spesso insospettabili ma soprattutto per garantirsi un futuro, una generazione affidabile e istruita a cui consegnare un progetto perseguito con forza e violenza, il Grande Califfato Universale cui l'ISIS da anni sta lavorando.

Il proprio domani, incuranti (ancora una volta) di tutto il resto: "Isis, Tomorrow" di Francesca Mannocchi e Alessio Romenzi racconta proprio questo aspetto, probabilmente il meno affrontato finora. Cosa significa essere un figlio dellIsis in un paese lIraq che ha combattuto una guerra priva di piet?

Senza puntare - onore al merito - su immagini inutilmente ricattatorie o spettacolari, senza un filo di retorica e senza parteggiare per nessuno: i due autori, profondi conoscitori della tematica e da anni rivolti con i loro lavori alla "comprensione" del Medio Oriente, intervistano bambini e testimoni da un lato e dall'altro della barricata, cercando di sviscerarne motivazioni e condizioni di vita.

Come fermarsi dall'uccidere chi ti sta uccidendo, anche se un bambino? Come perdonare le famiglie di chi ha messo a ferro e fuoco Mosul, una volta liberata la citt? Come sperare di costruire un futuro di pace in una terra martoriata e lacerata cos nel profondo, ad ogni et?Domande che restano senza risposta.

Colpisce, infine, la capacit dei due registi di "esserci" in tutti i momenti pi importanti degli avvenimenti di questi mesi, e di saper inserire materiali di repertorio agghiaccianti (come i filmati dei campi di addestramento per bambini) all'interno di un racconto profondamente personale.

30/08/2018, 15:00

Carlo Griseri