Meno di 30
I Viaggi di Robi

ASOLO ART FILM FESTIVAL 37 - I vincitori


ASOLO ART FILM FESTIVAL 37 - I vincitori
PREMIO ASOLO MIGLIOR FILM DARTE
"The Hymns of Moscovy" di Dimitri Verkov
Motivazione: Suggerisce come un semplice gesto, come quello di capovolgere una camera, possa ricreare un mondo nuovo a tre dimensioni. Larchitettura e lo spazio urbano della metropoli di Mosca si svuota di retorica e di gravit lasciando lo spazio a nuove rivoluzioni galattiche.

PREMIO ASOLO MIGLIOR FILM SULLARTE LUNGOMETRAGGIO
"Five Seasons: the Gardens" of Piet Oudolf di Thomas Piper.
Motivazione: Per la sua capacit di rendere simbolicamente il mondo poetico del grande paesaggista penetrandolo con sensibilit fin dentro le sue creazioni.

PREMIO ASOLO MIGLIOR FILM SULLARTE CORTOMETRAGGIO
"Landing" di Shirin Sabahi
Motivazione: Per una camera che accarezza unopera labirintica, per la leggerezza e loriginalit dello sguardo su unarchitettura magnificente e misteriosa. Per la qualit della produzione che rivela la poetica delloggetto filmato.

GRAN PREMIO ASOLO
Gli Indocili di Ana Shametaj.
Motivazione: Per labilit di catturare il processo creativo in modo onesto e immediato, non storicizzando, bens accompagnando lo scorrere del tempo collettivo della creazione.
Il premio stato consegnato da Virgilio Villoresi.
Il Film narra di un processo di creazione, di un gruppo di 12 giovani attori performer che sotto la guida dei maestri Cesare Ronconi e Mariangela Gualtieri del Teatro di Valdoca hanno passato tre mesi di vita insieme e studio comune, per divenire un sol coro e un corpo unico e compatto in scena.

MENZIONE SPECIALE DELLA GIURIA
"Again" di Mario Pfeife
Motivazione: Per aver indagato con coraggio un caso di cronaca e, decostruendolo con gli strumenti della messa in scena televisiva, aver messo in evidenza la confusione contemporanea tra coraggio civile e giustizia privata.

PREMIO ASOLO MIGLIOR OPERA POST INTERNET ART
"Weeping on a Pile Carpet" di Dsire Nakouzi De Monte, Andrea Parenti
Motivazione: Questo film getta uno sguardo avvincente in un mondo dove regnano le sottoculture e le comunit fetish. Un particolare tipo di bellezza evocato attraverso la banalit di una cucina sporca o di un letto disordinato. Per la capacit dei registi di catturare momenti fugaci di intimit, seduzione e vulnerabilit tra due persone che cercano di connettersi nel regno online.

24/06/2019, 13:10

Simone Pinchiorri