Meno di 30
I Viaggi di Robi

SUBURRA - Il 30 settembre su Rai5 per il ciclo "Nuovo Cinema Italia"


Il film che ha lanciato negli USA il regista italiano Stefano Sollima.


SUBURRA - Il 30 settembre su Rai5 per il ciclo
Dopo ACAB e la serie televisiva "Gomorra", Stefano Sollima si cimenta in una storia di criminalit tratta da un romanzo di Carlo Bonini e Giancarlo De Cataldo: Suburra, che Rai Cultura propone luned 30 settembre 2019 alle 22.10 su Rai5 per il ciclo Nuovo Cinema Italia. Il film, come il romanzo, prende il nome dal quartiere dell'antica Roma ritenuto malfamato e pericoloso in quanto rifugio di criminali di ogni sorta. Qui uomini del potere politico e uomini di malaffare si incontravano per stipulare ogni genere di accordo.

la storia di una grande speculazione edilizia, il Water-front, che trasformer il litorale romano in una nuova Las Vegas. Per realizzarla servir l'appoggio di Filippo Malgradi (Pierfrancesco Favino), politico corrotto e invischiato fino al collo con la malavita, di Numero 8 (Alessandro Borghi), capo di una potentissima famiglia che gestisce il territorio e, soprattutto, di Samurai (Claudio Amendola), il pi temuto rappresentate della criminalit romana e ultimo componente della Banda della Magliana. Ma a generare un inarrestabile effetto domino capace di inceppare definitivamente questo meccanismo saranno in realt dei personaggi che vivono ai margini dei giochi di potere come Sebastiano (Elio Germano), un PR viscido e senza scrupoli, Sabrina un'avvenente escort, Viola la fidanzata tossicodipendente di Numero 8 e Manfredi il capoclan di una pericolosa famiglia di zingari.

Candidato ai David di Donatello 2016 per le categorie Migliore attore non protagonista (Alessandro Borghi, candidato anche come miglior protagonista di "Non essere cattivo" di Claudio Caligari), Autore della fotografia, Scenografo, Montatore ed Effetti digitali. Nastri d'argento 2016 per miglior attrice non protagonista (Greta Scarano) e scenografia. Premio 'Graziella Bonacchi' come attore rivelazione dell'anno ad Alessandro Borghi. Il film era candidato anche per Regista del miglior film, Attore protagonista (Pierfrancesco Favino), Attore non protagonista (Claudio Amendola), Costumi e Montaggio. Candidato ai Globi d'oro 2016 per migliore attrice (Greta Scarano) e fotografia.

29/09/2019, 16:59

Lionella Bianca Fiorillo