Festival del Cinema Città di Spello
I Viaggi Di Roby

FESTA DI ROMA 14 - "Deux" due donne insieme per sempre


In selezione ufficiale il film di Filippo Meneghetti che affronta il tema dell'omosessualità nella terza età. Con Barbara Sukowa e Martine Chevallier.


FESTA DI ROMA 14 -
Barbara Sukowa in "Deux" di Filippo Meneghetti
Filippo Meneghetti esordisce nel mondo dei lungometraggi con "Deux", un film che si occupa del tema dell'amore omosessuale in ambito senile, argomento molto delicato e all'avanguardia.

Una soprattutto è la questione che indaga: chi dovrebbe occuparsi della persona che si ha sempre amato, durante il tramonto della vita, quando le difficoltà superano il sogno di poter stare insieme? E come è possibile che il timore del giudizio dei propri cari possa far sì che il sacrificio di sé venga considerato "normale"?

Le due protagoniste e vicine di casa, Madelaine e Nina, nascondono il loro amore ventennale per non sconvolgere gli equilibri familiari della più mesta delle due, Madelaine, vedova, nonna e madre di due figli ormai adulti.

È proprio quando un incidente costringe tutta la famiglia ad occuparsi di Maidelaine, che la sua compagna è costretta a cedere il suo posto a una badante, pur di non svelare il loro amore. Un film malinconico, dove dettagli di suppellettili si alternano a particolari statici ma intensi, dove le ore del giorno sono scandite dall'impotenza delle protagoniste nei confronti di un mondo che ancora non le riesce ad accettare.

Magistrale l'interpretazione di Barbara Sukowa, che riesce a trasmettere l'intensità del sentimento di una coppia di donne anziane e lesbiche; meravigliosa anche la colonna sonora, che alterna melodie melanconiche francesi a più allegre canzonette italiane.

"Deux" concentra l'attenzione sul sentimento omosessuale tralasciando l'aspetto sessuale, rendendo chiaro come la loro separazione dipenda da un'ingiustizia culturale commuovendo, coinvolgendo, facendo riflettere, allargando gli orizzonti della mente e toccando in profondità le corde del cuore.


Giulia Montagnana

21/10/2019, 19:36