Festival del Cinema Città di Spello
I Viaggi Di Roby

SUDESTIVAL 2020 - Il Programma della XXI edizione


Un omaggio a Marco Tullio Giordana, al suo cinema civile, di denuncia e alla sua attività di scrittore. L’inaugurazione dell'edizione 2020 dedicata al ventennale de "I cento Passi". In ricordo di Carlo Delle Piane la retrospettiva “Gli imprescindibili” e per “L’attore dietro la macchina da presa” Marco Bocci con il suo esordio alla regia "A Tor Bella Monaca non piove mai"


SUDESTIVAL 2020 - Il Programma della XXI edizione
Cinzia Masotina e Michele Suma a Roma per il Sudestival
Al via il prossimo 10 gennaio SUDESTIVAL - Il Festival lungo un inverno. Quest’anno la manifestazione inaugurerà la sua 21/ma edizione e come di consueto si articolerà nell’arco di 10 weekend, dal 10 gennaio al 13 marzo 2020, nella suggestiva città pugliese di Monopoli.

La due giorni d’apertura, con gli eventi fuori concorso, inizierà venerdì 10 gennaio con l’Omaggio a Marco Tullio Giordana e ai a vent’anni dall’uscita de “I cento Passi”, pluripremiato film (Miglior Sceneggiatura alla 57^ Mostra Internazionale d’Arte cinematografica di Venezia, il David di Donatello e Nastro d’Argento per la miglior sceneggiatura) incentrato sulla vita e la tragica fine di Peppino Impastato. Il regista insieme a Monica Zapelli, sceneggiatrice, introdurranno la proiezione del film e incontreranno il pubblico nella serata inaugurale.

Inoltre, a partire dalla celebrazione del venticinquennale di Pasolini, un delitto italiano, Giordana e lo sceneggiatore Stefano Rulli terranno una masterclass durante la quale parleranno del film, della ricostruzione filologica del caso e del significato di “cinema civile” e memoria collettiva.
Sempre Giordana sarà protagonista la mattina di sabato 11 gennaio dell’Aperitivo con l’autore: insieme allo scrittore e giornalista d’inchiesta Lirio Abbate presenterà il romanzo scritto a quattro mani Il rosso e il nero.

La serata dell’11 gennaio tocca invece all’esordio alla regia dell’attore Marco Bocci che presenterà il film, tratto dal suo omonimo romanzo, "A Tor Bella Monaca non piove" mai (prodotto e distribuito da Minerva Picture).
Sarà affidata all’attrice e produttrice cinematografica Maria Grazia Cucinotta, Presidente della Giuria Cinema Nazionale del Sudestival, la cerimonia di chiusura del festival, in veste di madrina.

A Carlo Delle Piane, figura poliedrica e iconica del cinema italiano, scomparso lo scorso agosto, sarà invece dedicata la retrospettiva “Gli imprescindibili”. L’omaggio sarà l’occasione per ripercorrere i suoi molteplici successi al fianco di attori e registi del calibro di Alberto Sordi, Totò, Vittorio De Sica e naturalmente Pupi Avati.

Nucleo della manifestazione saranno le consolidate sezioni competitive: il Concorso Lungometraggi, il concorso documentari Sudestival Doc. e il concorso cortometraggio Sudestival in Corto: otto opere cinematografiche per ciascuna sezione, selezionate e rigorosamente accompagnate in sala da autori, registi, attori e sceneggiatori.
Presidente della Giuria Concorso lungometraggi è quest’anno Maria Grazia Cucinotta, di Sudestival Doc Chiara Valenti Omero, di Sudestival in Corto Mauro Gervasini. Si aggiunge quest’anno una nuova Giuria presieduta da Francesco Conversano e dai docenti del Conservatorio Nino Rota di Monopoli che assegnerà il premio “Gianni Lenoci”, dedicato al musicista e compositore monopolitano scomparso quest’anno, alla migliore colonna sonora dei film in concorso.

Tra le novità di quest’anno la sezione dedicata ai più piccoli, “Sudestival Kids”, affidata alla direzione artistica di Marino Guarnieri, che proporrà una selezione delle più recenti e interessanti opere di animazione provenienti dal panorama internazionale.
Non mancherà, inoltre, l’importante spazio dedicato alla formazione del pubblico più giovane con la Giuria Giovani, composta da 700 giovani, e gli appuntamenti con le “Lezioni di Cinema”, rivolte agli studenti delle scuole superiori del territorio.

Il festival, organizzato dall’Associazione Sguardi per la direzione artistica di Michele Suma, rappresenta ormai un appuntamento fisso e una vetrina importante per il cinema di qualità italiano e per gli esordi. Opere prime e seconde, documentari, cortometraggi in concorso, di cui molte anteprime regionali e première. E, a fare da cornice, masterclass e incontri dislocati nei diversi luoghi chiave della cultura e della storia cittadina: lo storico Cinema Vittoria, il nuovo Teatro Mariella, il rinato Teatro Auditorium Radar e la Sala Eventi della Biblioteca Rendella.

13/12/2019, 11:43

La Redazione