I Viaggi Di Roby

BERLINALE 70 - Tutto calmo ne "La Casa dell'Amore"


Il documentario di Luca Ferri tra i 21 documentari selezionati per concorrere al Berlinale Documentary Award 2020. Una produzione Effendem Film Lab 80 film in collaborazione con Enece film, Primaluce, Start srl.


BERLINALE 70 - Tutto calmo ne
"La Casa dell'Amore" di Luca Ferri
Bianca una transessuale di 39 anni che si prostituisce nel suo piccolo e trasandato appartamento nellhinterland milanese. La sua vita si svolge tutta in questo universo domestico fatto di incontri con i clienti, chiamate alla fidanzata Natasha che sta per tornare dal Brasile e le faccende di casa.

"La casa dellamore" la terza parte di una trilogia domestica, iniziata con Dulcinea e Pierino, tre film girati integralmente allinterno delle abitazioni dei protagonisti. Luca Ferri testimone immobile della vita di Bianca che si muove indisturbata e senza nessuna ritrosia di fronte alla telecamera fissa, che si tratti di prepararsi per lavorare, pranzare o avere un rapporto con un cliente. Una casa involucro della solitudine di Bianca che appare sempre altrove anche quando in compagnia e in silenzio quando da sola sembra rivolgere continuamente il pensiero allamore lontano.

Un documentario nel quale il tempo sembra sospeso, bloccato in una casa quasi fatiscente, tra libri, oggetti e poster del padre scultore della protagonista, candele perennemente accese come in un rito ancestrale, il silenzio rotto dai monologhi deliranti dei clienti, dal fanatico religioso a quello che si definisce il tempo morto di un film porno, alla voce dal cellulare di Natasha. Bianca, la sua esistenza, i suoi veri sentimenti, rimangono delle incognite che il regista non ha potuto o saputo svelare.

22/02/2020, 22:00

Caterina Sabato