CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

RASSEGNA DEL DOCUMENTARIO E DELLA COMUNICAZIONE ARCHEOLOGICA
X - Il programma dell'ultima giornata


RASSEGNA DEL DOCUMENTARIO E DELLA COMUNICAZIONE ARCHEOLOGICA X - Il programma dell'ultima giornata
Domenica 18 ottobre 2020 è il giorno delle premiazioni. Saranno infatti conferiti, al termine delle proiezioni giornaliere, i tre riconoscimenti previsti dal Festival.

Il Premio “Archeoclub d’Italia”, riservato al film preferito dal pubblico, sarà consegnato dal Presidente della sede Archeoclub d’Italia di Lentini, Giuseppe Costantino, mentre il Premio “ArcheoVisiva”, per il film scelto dalla giuria internazionale di qualità, sarà consegnato dall’archeologo Fabio Caruso, ricercatore ISPC-CNR di Catania.

Sarà conferito anche il “Premio Antonino Di Vita”, dedicato a una personalità che ha speso la propria professione nella promozione della conoscenza del patrimonio storico-artistico e archeologico, consegnato dalla moglie dell’archeologo a cui è intitolata la Rassegna, la prof.ssa Maria Antonietta Rizzo Di Vita.

Come di consueto, l’ultimo giorno della Rassegna del documentario e della comunicazione archeologica, conterrà, all’interno della sua programmazione, anche la Finestra sul documentario siciliano, in programma a partire dalle 19,30. Ospite di questa edizione è la regista Alessia Scarso che discuterà di cinema, tra tradizione e sperimentazione, e mostrerà al pubblico il suo documentario, fuori concorso, Vasa Vasa, dedicato alla ritualità della Pasqua nella città di Modica.

Nel pomeriggio è invece prevista la proiezione, a partire dalle 17,30, degli ultimi due documentari in concorso, La scuola di Atene. L’archeologia italiana nell’Egeo, di Eugenio Farioli Vecchioli e prodotto da Rai Cultura, realizzato in occasione dei 110 anni dalla nascita della celebre Scuola Archeologica Italiana di Atene, e della produzione iraniana Alone among the rocks (Solo tra le rocce) di Arman Gholipour Dashtaki, presentata in prima nazionale e dedicata a Baliti, guardiano dei rilievi rupestri di Kul-e Farah, che ha dedicato la sua vita a salvaguardare i monumenti.

La sessione pomeridiana sarà, inoltre, conclusa dall’iniziativa promossa dall’Archeoclub d’Italia, all’interno delle Giornate Europee dell’Archeologia 2020, finalizzata alla divulgazione, attraverso brevi video, della conoscenza dei Beni Culturali del nostro Paese.

17/10/2020, 16:28