Film Commission Vallée d\'Aoste
I Viaggi Di Roby

IL MORANDINI 2021 - La copertina va ad Alessandro
Borghi e a Suburra - La Serie


IL MORANDINI 2021 - La copertina va ad Alessandro Borghi e a Suburra - La Serie
Il 2020 è stato (ed è) un anno difficile anche per il cinema. Con la pandemia, non solo sono state chiuse a lungo tutte le sale italiane, ma sono state anche bloccate tutte le produzioni di nuovi film e di nuove serie, in tutto il mondo. Il lockdown ci ha barricati in casa e ha acceso la televisione.
Così il cinema è entrato nelle case con molti film passati prima sulle piattaforme dei canali in chiaro e di quelli a pagamento. “E i dati ci dicono che film e serie televisive hanno aumentato gli indici d'ascolto” – spiega l’autrice Luisa Morandini nella presentazione della nuova edizione del celebre Morandini 2021, dizionario dei film e delle serie televisive di Laura, Luisa e Morando Morandini.
“Un po' anche per quanto successo, quest'anno abbiamo scelto di mettere in copertina la foto di una serie, nel dettaglio Suburra - La Serie”.
E infatti è un intenso primo piano di Alessandro Borghi, attore tra i protagonisti della serie originale Netflix, a campeggiare sulla prima pagina della storica bibbia dei cinefili. Una deroga quindi alla tradizione che vuole la copertina del Morandini dedicata a un film italiano: quello ritenuto il migliore della passata stagione.

Il Dizionario esce in edizione cartacea con fascicolo di aggiornamento 2021 - allegato al Morandini 2020 (16.500 opere censite nella versione cartacea, 27.000 in quella digitale).
Il fascicolo comprende più di 300 film usciti sul mercato italiano dall’estate 2019 fino all’estate 2020 e oltre 150 nuove schede sulle serie televisive.
Mentre La versione digitale comprende, in un’unica versione, sia l’aggiornamento 2021 sia tutti i contenuti dell’edizione 2020.

TRA I FILM RECENSITI

Una menzione particolare va a Volevo nascondermi di Giorgio Diritti. Il Dizionario premia con 4 stelle (il massimo è 5) la pellicola che è valsa l’Orso d'argento per il miglior attore al Festival di Berlino 2020 al protagonista Elio Germano, nel ruolo del pittore Ligabue “impressionante, al di là del bene e del male” come riporta il dizionario. Un film, secondo il giudizio degli autori: “non è solo un accorato, dolente e rispettoso ritratto di un essere umano tanto ricco di talento quanto di disagi psichici e fisici, ma è anche un affresco nazional-popolare alla Bertolucci, dove ogni inquadratura è esteticamente molto ricercata e capace nel contempo di trasmettere emozioni”.

Quattro stelle anche a Joker di Todd Phillips, poiché il pluripremiato lavoro (Leone d'oro a Venezia, Oscar e Golden Globe a Joachin Phoenix come miglior attore) “Non è un film su Joker, è un film su un uomo che diventa Joker, un film psicologico che non giustifica (né tanto meno esalta) la violenza, ma che comprende e approfondisce le cause che possono generarla”.

Apprezzati, con 3,5 stelle, l’ultimo lavoro di Clint Eastwood, Richard Jewell “La narrazione di Eastwood asciutta, realistica e profonda, accusa ed emoziona, coinvolge e appassiona”; e C’era una volta… Hollywood” di Quentin Tarantino: “…uno che crede nel cinema come strumento per comunicare, di uno che grida a pieni polmoni la potenza autonoma e creativa del cinema”.

Tre stelle a Parasite di Bong Joon-ho. Il film che ha fatto incetta di premi - Palma d'oro a Cannes 2019, 4 Oscar (regia, sceneggiatura originale, miglior film e miglior film internazionale), Golden Globe e David come miglior film straniero e molti altri - per il dizionario è “una storia sorprendente, più allegorica che realista, che mescola i generi, diverte, fa ridere e sorridere, coinvolge in un crescendo inarrestabile e sempre più improbabile”.

UNA STAGIONE DI GRANDI SERIE TELEVISIVE

Il Morandini 2021, oltre ai film, dedica un’ampia appendice alle serie tv italiane ed estere. Solo oltre 150 le “new entry”. Tra queste:

The Mandalorian
Serie Disney tratta dal mondo di Star Wars. Astuta, ma piacevole digressione, si colloca fra la caduta dell'Impero e l'avvento del Nuovo Ordine. Per grandi e piccini.

The Boys
Tratta dai fumetti (2006) di Garth Ennis disegnati da Darick Robertson, trasposti per la TV da Eric Kripke (Timeless, Supernatural) con Evan Goldberg e Seth Rogen (coppia d'oro già responsabile di Preacher). I supereroi sono superdivi superegoisti, superdotati di poteri ma anche di lati negativi: prima i loro interessi, poi il dovere.

Hunters
la prima serie TV interpretata da Al Pacino, che mescola la tragedia dell'Olocausto a toni da action-thriller e lascia decidere alla sensibilità individuale se la vendetta sia l'unica forma di giustizia, quando le istituzioni hanno fallito.

Complotto contro l’America
Dal romanzo (2004) di Philip Roth. Che cosa sarebbe successo se alle presidenziali del 1940 invece di F. Delano Roosevelt avesse vinto Charles Lindbergh, trasvolatore eroico ma simpatizzate del regime nazista? Tra i protagonisti John Turturro e Winona Ryder.

Inoltre sono state inserite schede di molti classici telefilm e sitcom come Alf (1986-1990), Genitori in blue jeans (1985-1992), La Signora del West (1993-1998). Da vedere e rivedere.

11/12/2020, 07:11