I Viaggi Di Roby

MUSSOLINI E D'ANNUNZIO, IL DITTATORE E IL POETA -
In streaming su cinetecamilano.it dal 15 gennaio


MUSSOLINI E D'ANNUNZIO, IL DITTATORE E IL POETA - In streaming su cinetecamilano.it dal 15 gennaio
Benito Mussolini e Gabriele D'Annunzio
Venerdì 15 gennaio 2021 avrà inizio la nuova rassegna MUSSOLINI E D'ANNUNZIO, IL DITTATORE E IL POETA, un’eccezionale raccolta di pellicole e rari documenti sospesi tra cinema e storia.

La rassegna presenta documenti relativi a due indiscussi protagonisti della storia italiana della prima metà del Novecento: Benito Mussolini e Gabriele D’Annunzio. Infatti, entrambi si fecero portatori del vasto malcontento che andava diffondendosi alla fine della Prima Guerra Mondiale retto sul mito della "vittoria mutilata". In reazione a ciò, nel 1919 D’Annunzio partì per la storica spedizione di Fiume col fine di conquistare la famosa città croata, ma che, in seguito, si rivelò fallimentare. La celebre avventura del poeta viene immortalata da un filmato inedito degli anni Trenta, Gabriele D’Annunzio: Fiume. Un ulteriore documentario imprime nella memoria una precedente impresa del poeta militante: Il volo su Vienna. Le immagini originali ci narrano l’eroica iniziativa di D’Annunzio che sorvolò sulla città austriaca per poi lanciare migliaia di locandine con scritte che inneggiavano alla pace e alla fine delle ostilità. Il film La Nave è un tributo al poeta girato dal figlio stesso di D’Annunzio, Gabriellino, nel 1921. La pellicola rappresenta l’edizione cinematografica dell’omonima tragedia scritta dal padre sulle tragiche origini della città di Venezia. Alla rassegna si aggiunge Cenere, una pellicola realizzata nel 1916 da Febo Mari che compone l’unica straordinaria prova sul grande schermo della grande diva teatrale Eleonora Duse, celebre, oltre che per il suo talento, anche per la storia d’amore avuta con D’Annunzio.
Inoltre, la raccolta presenta alcune riprese documentarie di notevole importanza storica attinenti al regime fascista. Documenti amatoriali come Campeggio dell’Opera Nazionale Balilla (1925), Nell’Agro Pontino Redento (1933) e Benito Mussolini alle gare di canottaggio sul Tevere mostrano immagini inedite della propaganda di regime. Altri filmati selezionati – tra cui ricordiamo Benito Mussolini sul fronte russo (1941) e Rodolfo Graziani: parata fascista al parco Sempione di Milano (1944) - documentano momenti storici per l’affermazione del dittatore. A tal proposito, non si può dimenticare A NOI! (1923) di Umberto Paradisi, che immortala rarissime immagini documentarie che illustrano le manifestazioni successive alla marcia su Roma, laddove Benito Mussolini risulta essere Primo Ministro italiano. Inserendosi nel repertorio, Il Duce fuori Luce è un programma di filmati molto rari che presentano gli aspetti meno ufficiali o più curiosi dell’iconografia fascista e di Mussolini. Questa raccolta è impreziosita da eccezionali documenti filmici, molti dei quali girati a Milano.
A raccontare gli effetti della Seconda Guerra Mondiale è “Per noi la guerra continua” (1950) di Ermanno F. Scopinich, un documentario sulla drammatica situazione dei bambini mutilati nel secondo dopoguerra.

13/01/2021, 15:39