I Viaggi Di Roby

ETHBET! - Il documentario di Matteo Ferrarini su Prime Video


Prodotto da Small Boss, racconta le vicende di tre rivoluzionari, chi ne esilio e chi rimasto, a dieci anni di distanza dalla Rivoluzione di piazza Tahir.


ETHBET! - Il documentario di Matteo Ferrarini su Prime Video
Ora che la Rivoluzione è finita, cosa è accaduto ai rivoluzionari? Cosa accade quando un regime militare, nonostante le grandi proteste documentate dai media di tutto il mondo, si rafforza invece che cadere? Disponibile dal 27 febbraio 2021 su Prime Video e realizzato in parte in animazione con il contributo artistico di Francesco Vecchi, "Ethbet!" segue le vicende di Shaimaa e Ali che in esilio faticano a crearsi un presente in un luogo che non gli appartiene quando dovrebbero, vista la giovane età, rincorrere i loro sogni, e di Lofty rimasto al Cairo costretto ad agire nell’ombra guardandosi continuamente le spalle e con il peso terribile di sapere che il suo attivismo potrebbe avere conseguenze nefaste per le persone a lui care, sua moglie e suo figlio.

“Ethbet!” ("resisti!") è il grido che i rivoluzionari egiziani si ripetevano per darsi coraggio sotto le cariche di esercito e polizia in piazza Tahir nel gennaio 2011. A dieci anni dai moti di Piazza Tahir, il governo egiziano di Al-Sisi continua a perpetuare violenza, incarcerazioni senza processo e torture.
Gli attivisti fuggono per continuare a combattere, imparando dal passato come sfuggire alla sorveglianza telefonica e di internet che li ha traditi, per sensibilizzare l'opinione pubblica mondiale e per incoraggiare i governi stranieri a promuovere la libertà di espressione e la democrazia anche a costo dei loro interessi commerciali. "Ethbet!" ne mostra le storie personali che si fondono inevitabilmente con la Storia. Shaimaa, Ali e Lofty, i “temibili" ribelli della Rivoluzione Egiziana, terroristi secondo il governo, sono in realtà dei normali ragazzi con un’idea chiara di società più equa e un forte sentimento di giustizia. Quando la Storia gli ha dato l’illusione di poter migliorare le condizioni del loro Paese, alla fine di un tragico balletto li ha stritolati, stravolgendo le loro vite e quelle dei loro cari.

Le riprese dal vero si alternano a quelli in animazione realizzate da Francesco Vecchi che hanno lo scopo di rappresentare il passato dei protagonisti e l’intensità dei loro ricordi. Per raccontare le vicende dei due protagonisti più giovani Shaimaa e Ali, adolescenti all’epoca dei fatti, Vecchi sceglie una forte stilizzazione grafica, un utilizzo di inquadrature strette e movimenti di camera dinamici, mentre per Lofty, già trentenne nel 2011, preferisce un registro diverso nel tentativo di chiarire il legame non solo tra i protagonisti del film, ma idealmente anche con tutte le vittime della violenza perpetuata dal governo di Al-Sisi.

“Nel 2021, mentre la pandemia mondiale continua ad attirare su di sé tutte le attenzioni della storia ufficiale, questo film vuole raccontare ciò che resta della Rivoluzione del Nilo dieci anni dopo il suo scoppio. Nella speranza di riaccendere i riflettori sul tema, di ridare voce a un’intera generazione repressa da un regime militare e di sostenere chiunque abbia il coraggio di sfidare la Storia in nome di una società più giusta.” racconta il regista Matteo Ferrarini autore di "The Last Cathedral" (2017), "Buracos" (2012) e "Jali Road" (2011).

Prodotto da Small Boss, casa di produzione di Parma fondata nel 2014, co-prodotto da Palacios Films e Agent Double con la partecipazione di France Télévision e RTBF Télévision Belge e con il supporto di Regione Emilia-Romagna, Ethbet! è stato trasmesso su BBC Arabic, France3 e RTBF e sarà disponibile in Italia a partire dal 27 febbraio 2021 su Prime Video per un anno.

01/03/2021, 11:47