I Viaggi Di Roby

LE GIORNATE DELLA LUCE 7 - A Dante Spinotti
il Quarzo d'Oro alla Carriera


LE GIORNATE DELLA LUCE 7 - A Dante Spinotti il Quarzo d'Oro alla Carriera
Alle Giornate della luce di Spilimbergo il grande direttore della fotografia Dante Spinotti riceverà, nella serata di sabato 12 giugno il Quarzo d’Oro alla Carriera.
Il festival ideato da Gloria De Antoni con la direzione artistica di Gloria De Antoni e Donato Guerra, è un appuntamento unico nel panorama italiano che celebra, da anni, gli Autori della Fotografia, quali veri protagonisti del festival e quest’anno il riconoscimento alla carriera sarà attribuito a uno degli autori della fotografia più apprezzati a livello nazionale e internazionale. Di origine friulana, Spinotti è nato a Tolmezzo in provincia di Udine nel 1943.
Per Gloria De Antoni e Donato Guerra “il Quarzo d’Oro alla Carriera a Dante Spinotti vuole essere un riconoscimento che premia la straordinaria capacità di uno tra i nostri più grandi e apprezzati autori della fotografia a livello internazionale. Un autore che con passione e impareggiabile maestria plasma e domina la luce attraverso la fotografia quale componente imprescindibile del cinema. Per Le Giornate della Luce, Spinotti è stato fin dagli esordi una sorta di nume ispiratore che ha accompagnato i momenti salienti del festival”.
Dante Spinotti ha iniziato la sua lunga carriera in Italia come assistente di Ermanno Olmi. Nel 1985 inizia a lavorare con Dino De Laurentiis, che gli affida la fotografia di due importanti film americani: Crimini del cuore (1986), con Jessica Lange, Diane Keaton e Sissy Spacek per la regia di Bruce Beresford e il noir iperrealista Manhunter ‒ Frammenti di un omicidio (1986) di Michael Mann, con il quale, a partire da quel momento, collaborò su numerosi film.

Da allora la carriera di Dante Spinotti si sposta oltre oceano dove lavora a molti film di successo, firmando la fotografia di western; commedie come Tower Heist – Colpo ad alto livello (2011) di Brett Ratner; film d’azione come X-Men – Conflitto finale (2006) di Ratner, Public Enemies (Nemico Pubblico, 2009) di Michael Mann e Ant-Man and The Wasp (2018) di Peyton Reed; kolossal storici come L’ultimo dei Mohicani (1992) sempre di Michael Mann; thriller metropolitani come Blink (Occhi nelle tenebre, 1994) di Apted, Heat ‒ La sfida (1995) di Michael Mann, L.A. Confidential (1997) di Hanson, Insider ‒ Dietro la verità (1999) ancora di Mann.
Ha ottenuto, inoltre, numerosi riconoscimenti, fra cui due David di Donatello, due Nastri d’Argento, un BAFTA Award, due nominations agli Oscar per L.A. Confidential e per The insider e tre all’ASC Award. Ha ricevuto diversi premi alla carriera tra cui il premio della associazione ASC (American Society of Cinematographers, Associazione dei Direttori della Fotografia), la più antica di Hollywood, e quella del Festival Internazionele Camerimage in Polonia.
È stato, inoltre, per tre anni membro del consiglio direttivo della Accademia del Cinema AMPAS (Academy of Motion Picture Arts and Sciences) che è responsabile dell’assegnazione dei premi Oscar.
Nonostante l’enorme sucesso a Hollywood e negli Stati Uniti, Dante Spinotti è sempre rimasto legato alla sua terra, la Carnia in Friuli dove torna abitualmente.
Il premio che gli sarà consegnato è stato realizzato dalla Friul Mosaic.
Le Giornate della Luce si svolgono in presenza e sono un’occasione importante di confronto sul ruolo della fotografia nel cinema per condividere esperienze, progetti e visioni nel pieno rispetto delle normative anti-covid. Il Festival Le Giornate della Luce è organizzato dall’Associazione Culturale Il Circolo di Spilimbergo con il sostegno di MiC, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Città di Spilimbergo, Fondazione Friuli, Friulovest Banca.

11/06/2021, 17:51