CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

BIF&ST 2021 - Il Dramma familiare di "Bentornato Papa'"


L’opera seconda di Domenico Fortunato, anche protagonista del film, è in concorso al Bif&st. Nel cast Donatella Finocchiaro, Riccardo Mandolini, Giuliana Simeone, Silvia Mazzieri, Giulio Beranek, Sara Putignano, Giorgio Colangeli e Dino Abbrescia. Una produzione Altre Storie con Rai Cinema. Dal 7 ottobre al cinema.


BIF&ST 2021 - Il Dramma familiare di
"Bentornato Papà" di Domenico Fortunato
Una famiglia unita, come tante, piena di amore ma anche di piccoli scontri: Franco è un uomo tutto d’un pezzo che ha dedicato la vita al lavoro e ai suoi cari, all’amata moglie Anna, alla figlia modello Alessandra, al figlio ribelle Andrea e al fratello Silvano. Un giorno però un evento tragico getta la famiglia in un incubo che li unisce ancora di più ma che renderà incerto il loro futuro.

Spesso durante la visione di un film ci si chiede quale sia l'intento dell'autore, cosa voglia lasciare nello spettatore. È quello che ci si domanda continuamente guardando "Bentornato papà", opera seconda di Domenico Fortunato che ha ritagliato per sé anche la parte di Franco, un dramma annunciato sin dai primi minuti del film quando la troppa armonia della famiglia protagonista, ad esclusione del figlio scontroso senza motivo apparente, lascia presagire che qualcosa spezzerà l'incanto.

Dopo l'ictus del protagonista la storia si trascina all'interno del dramma familiare, indugiando sulla malattia e sulla disperazione di moglie, figli e fratello. I dialoghi retorici e le situazioni inverosimili completano il quadro di un film che nelle intenzioni degli autori, lo stesso regista con Cesare Fragnelli, Francesca Schirru, Lorenzo Righi e Michele Santeramo, voleva forse essere un elogio dell’importanza della famiglia, degli affetti veri, attraverso il racconto crudo della malattia che arriva e sconvolge tutto e nessuno ne è al riparo, nemmeno un imprenditore di successo come Franco che sembra avere sotto controllo la sua vita.

Ma il risultato è una storia angosciante e morbosa dove si trova anche il tempo di inserire “cartoline” delle location pugliesi dove il film è ambientato attraverso campi lunghi e l’utilizzo del drone. Un peccato visto il notevole cast come lo stesso Fortunato, Donatella Finocchiaro e Giorgio Colangeli.

30/09/2021, 18:00

Caterina Sabato