I Viaggi Di Roby

TERZO TEMPO - Il corto ispirato a una partita di calcio tra
militari e civili durante la Seconda Guerra Mondiale


TERZO TEMPO - Il corto ispirato a una partita di calcio tra militari e civili durante la Seconda Guerra Mondiale
Tra il settembre del ’43 e l’aprile del ’45 l’Italia da una guerra civile, anche se raramente usiamo questo termine per definire quanto accadde in quegli anni: da una parte la Resistenza Partigiana dall’altra la Repubblica Sociale Italiana affiancata dalle truppe tedesche. Una guerra fratricida che ha lasciato una ferita ancora aperta nella nostra Storia.

Č proprio da una ferita che parte la storia di “Terzo Tempo”, il cortometraggio d’esordio di Stefano Monti, giovane regista marchigiano, che ha preso ispirazione da un episodio avvenuto a Sarnano, un piccolo paese tra i Monti Sibillini, nelle Marche, per ricavarne un racconto dal valore universale: una storia che parla di amicizia e di innocenza, ma anche della violenza che le cancella.

«Qualche anno fa mi sono imbattuto in una ricerca storica su questa partita di calcio tra militari e civili avvenuta proprio nel paese d’origine di mio padre. Fu un’idea del sergente tedesco in carica nella zona, che, in seguito a una strage di partigiani ordinata per rappresaglia, chiese a Mario Maurelli, futuro arbitro di serie A, di organizzare una partita tra soldati e giovani del luogo al fine di dimostrare che tra militari e civili correvano rapporti distesi» racconta il regista Stefano Monti. «Questa vicenda mi ha ispirato una riflessione sul ruolo dell'arbitro, quella figura super partes che in guerra non esiste. Cosě č nato il protagonista, Michele, un personaggio che tenta utopicamente di essere un arbitro anche nella vita, un uomo che non si schiera non per paura, ma per l'idealistica convinzione di poter proteggere la sua realtŕ dalla violenza della guerra. Una convinzione che crolla sotto il peso di una realtŕ brutale, senza via d’uscita. Accanto a lui ci sono Paolo e Giulio, i suoi amici d’infanzia, uno schierato con la Guardia Nazionale Repubblicana al fianco dei tedeschi, l’altro con i Partigiani. In mezzo c’č l’assurdo contrasto tra l’efferatezza della realtŕ e la grottesca leggerezza di una partita di calcio». Per raccontare questa storia, il corto alterna e mescola tre tempi: l’adolescenza fatta di promesse eterne, l’etŕ adulta dominata dalla guerra e la vecchiaia piena di conti ancora in sospeso. A unire le tre epoche una ferita, quella del patto di sangue che lega i tre protagonisti e si trasforma in una cicatrice indelebile, un monito doloroso, impossibile da ignorare.

Girato per la maggior parte a Sarnano, piccolo borgo marchigiano dove si č svolta la partita del ’44, il cortometraggio, prodotto da YUK! Film di Damiano Giacomelli, ha ricevuto il sostegno di Marche Film Commission – Fondazione Marche Cultura, il contributo dello stesso Comune di Sarnano e il supporto di diverse aziende del territorio. Le riprese si sono svolte a settembre 2021 e hanno visto la partecipazione di una troupe e un cast a prevalenza marchigiana, oltre ad attori di fama nazionale come Jacopo Olmo Antinori (“Io e Te”, “I nostri ragazzi”), Aglaia Mora (“Il Commissario Montalbano”, “Don Matteo”) e Saverio Marconi (“Padre padrone”). Ora il corto č in fase di montaggio e post-produzione e ambisce ad essere distribuito nei maggiori festival cinematografici nazionali e internazionali, nelle sale e sulle piattaforme digitali. Per raggiungere questo obiettivo č stata lanciata una campagna di crowdfunding su Produzioni dal Basso.

«Spesso il crowdfunding si fa prima di girare il film, noi invece stiamo in fase finale di post-produzione e utilizzeremo i fondi raccolti per il processo distributivo» continua il regista Stefano Monti «Il crowdfunding non č solo uno strumento di raccolta fondi, ma un modo per sondare l’interesse del pubblico verso questa storia che racconta il volto piů umano di un periodo storico doloroso e complesso, troppo spesso ridotto semplicisticamente a una contrapposizione di forze opposte».

La campagna di crowdfunding č attiva fino al 1° novembre 2021: i sostenitori, che saranno citati nei titoli di coda, avranno la possibilitŕ di assistere alla proiezione online del corto con link privato, appena sarŕ disponibile per la distribuzione.

14/10/2021, 15:57