CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

MIA 7 - Presentata la carta di comportamento
etico per il settore audiovisivo


MIA 7 - Presentata la carta di comportamento etico per il settore audiovisivo
Presentata oggi a Roma al MIA-Mercato Internazionale dell'Audiovisivo la Carta di comportamento etico per il settore audiovisivo proposta da Women in Film, Television & Media Italia (WIFTMI), associazione che rappresenta le lavoratrici e i lavoratori dell'industria audiovisiva, e lavora per la tutela e la promozione della parità di genere e della diversità, culturale e lavorativa, in tutte le sue declinazioni professionali.

A illustrare i principi del documento sono state Domizia De Rosa (Presidente di WIFTMI), Giuliana Aliberti (Avvocata, Responsabile legale di WIFTMI, Fondatrice di Visionarie), Ilaria Boiano (Avvocata, Differenza Donna).

La Carta di comportamento etico per il settore audiovisivo proposta da Women in Film, Television & Media Italia è disponibile sul sito dell’associazione (https://www.wiftmitalia.it/) ed è concepita come strumento di prevenzione delle molestie sessuali, degli atti intimidatori e di ogni forma di discriminazione, violenza di genere e body shaming sul luogo di lavoro e di studio, per la tutela della dignità della persona, delle lavoratrici e dei lavoratori, delle studentesse e degli studenti del settore audiovisivo.

Il documento si rivolge a tutta la filiera dell’audiovisivo e a tutti gli ambiti legati alla produzione artistica dove il lavoro può e deve essere libero e stimolante per creare, osare e sperimentare senza limitazioni o paure, per affermare il diritto a un ambiente che incoraggi e favorisca relazioni professionali rispettose, dignitose e prive di comportamenti abusanti e/o molesti.

Nel testo si pone anche l’accento sulla responsabilità dei singoli anche in quanto testimoni di molestie sessuali e atti discriminatori o violenti e sul dovere morale di segnalare tali comportamenti soprattutto nel caso in cui la vittima abbia difficoltà e timore di farlo.

Le realtà che decideranno di sottoscrivere e fare loro la Carta di comportamento etico per il settore audiovisivo proposta da Women in Film, Television & Media Italia sono tenute a contattare l'Associazione ([email protected]) e devono impegnarsi a designare una/un referente di fiducia che aiuti e sostenga chi decida di segnalare un illecito subito o di cui sia stato testimone.

Inoltre, in collaborazione con l’Associazione Onlus “Differenza Donna“ e i Centri Antiviolenza Women in Film, Television & Media Italia istituirà uno sportello di primo ascolto, composto da esperte e avvocate, che fornirà consulenza e orientamento, con linea telefonica e mail dedicata – al quale le vittime verranno indirizzate o potranno rivolgersi autonomamente

Per adottare la Carta nella propria azienda o luogo di lavoro, inviare la richiesta a [email protected] con oggetto: Adozione Carta di Comportamento Etico.

Per richiedere una presentazione e/o approfondimento della Carta, inviare la richiesta a [email protected] con oggetto: Presentazione Carta di Comportamento Etico.

15/10/2021, 14:54