I Viaggi Di Roby

FESTA DEL CINEMA DI ROMA 16 - Marina
Cicogna, la vita e tutto il resto


Il documentario di Alessandro Bettinetti sulla produttrice che ha fatto la storia del cinema italiano. Prodotto da Riccardo Biadene per Kama e Cinecittà Luce.


FESTA DEL CINEMA DI ROMA 16 - Marina Cicogna, la vita e tutto il resto
Marina Cicogna
Marina Cicogna Volpi Mozzoni di Misurata ci racconta la sua vita. Un documentario sui ricordi della grande produttrice, che con la sua ricercata eleganza si apre al pubblico con estrema sincerità e schiettezza. Passa in rassegna una ricca serie fotografie, dagli album di famiglia ai filmati d’epoca, grazie ai quali ci descrive simpaticamente (chiacchierando con la sua indimenticabile aria da snob, passando dall’italiano al francese e all’inglese con grande nonchalance) la vita passata tra Venezia, Cortina, Roma e Milano, i vari antichi palazzi di famiglia, le ville palladiane, le vacanze al Lido, gli studi in America.

È interessante quando ci spiega il motivo per cui decideva quale film produrre e perché sceglieva un determinato regista e non altri per girarlo. Prima donna produttrice cinematografica in Italia e nel mondo, Marina illustra con garbo e simpatia la sua esperienza nel fantastico Cinema, con la C maiuscola. Nata nel lusso e abituata da sempre alla vita del jet set internazionale, Marina ci racconta gli eventi più significativi della sua vita, anche quelli drammatici, a cominciare dalla difficoltà di avere un buon rapporto con i genitori, passando per la morte del fratello Bino, per arrivare alle storie sentimentali con le sue donne.

Tanti i ricordi che ci svelano la sua filosofia di vita, le lotte per affermare le sue idee, la sua libertà, la personale concezione di cinema e di fotografia, le discussioni con i registi che sceglieva per i suoi film e molto altro. Tantissimi dunque gli aneddoti e le storie curiose sugli amici e sui collaboratori di oltre cinquanta anni di carriera. "Marina Cicogna, la Vita e tutto il resto" è un documentario davvero gustoso per gli amanti del cinema italiano, diretto dal regista Andrea Bettinetti, scritto da Elena Stancanelli ed Alejandro De La Fuente, che ci dà la possibilità di fare un tuffo indietro nel tempo molto piacevole e interessante.

16/10/2021, 11:07

Silvia Amadio