I Viaggi Di Roby

Note di regia di "Guida Astrologica per Cuori Infranti"


Note di regia di
NOTE DI BINDU DE STOPPANI
Creatrice, regista e sceneggiatrice

Quando ho preso in mano per la prima volta il libro Guida astrologica per cuori infranti (in un autogrill, durante un viaggio tra Napoli a Milano), l'ho letto tutto d'un fiato, senza fermarmi un attimo. Mi sono subito innamorata dell'idea, del tono e dei personaggi della storia. Mi è piaciuta molto l'idea di guardare una commedia romantica attraverso la lente del linguaggio universale astrologico.

Da giovane, anch'io ero incuriosita e intrigata da ciò che le "stelle" possono dirci, e penso che il prisma dello zodiaco sia un modo originale per raccontare una storia d'amore moderna.

Mentre leggevo il libro mi sono trovata a ridere ripetutamente ad alta voce, godendo delle osservazioni di Alice sulla vita, sull'amore, su se stessa e sugli altri intorno a lei.

Portare questo umorismo sullo schermo è stato il mio primo obiettivo.

Ho sempre immaginato che Guida astrologica dovesse essere brillante e vivace nella trasposizione visiva, colorata nei toni e ritmica in stile. Dopotutto, è la storia di Alice ed è lei che deve fare innamorare il pubblico con le sue stranezze. Mantenere la commedia allegra, gioviale e stravagante, ma sempre radicata nella verità, è importante per me, facendo in modo che tutti i personaggi siano ancorati al realismo, piuttosto che alle caricature. Lavorare con gli attori (Alice in particolare) è una parte estremamente importante per me e per quanto nelle mie possibilità mi sono sforzata affinché i personaggi da loro interpretati abbiano una vita interiore vivace e profonda, oltre a essere portatori di una commedia fisica, puntuale, dal tono sottile e che non scivoli mai verso l'esagerazione.

Ho usato una luce calda, colori forti e la texture di un design vivido, per dare alla serie una tonalità romantica e fresca, e soprattutto per creare una memorabile storia d’amore astrale. Giocando con il ritmo (da scene stilizzate dal ritmo veloce a momenti più lunghi e languidi, in cui vediamo i pensieri, il sottotesto e i sentimenti dei personaggi).


NOTE DI MICHELA ANDREOZZI
Regista

Ho letto Guida astrologica per cuori infranti di Silvia Zucca quando mi è stato proposto di co-dirigere la serie creata da Bindu de Stoppani: a pagina 10 avevo capito che era un’idea vincente. La ricerca dell'amore, l'umorismo, la passione per il cinema anni 80 e l'astrologia sono gli ingredienti perfetti per una romantic-comedy. E così, sull'onda dell'entusiasmo sono salita a bordo: volevo misurarmi con un progetto seriale, approcciare un linguaggio diverso, lavorare su archi narrativi e temporali nuovi, vedere i personaggi crescere. Non ultimo, la protagonista era una giovane donna - evviva! - che lavora in tv, esperienza che io stessa ho fatto alla sua età (per non parlare degli stessi disastri che noi tutte abbiamo combinato nella disperata ricerca dell'uomo giusto). Avrei dovuto condividere una linea editoriale e artistica, un punto di vista, portare il mio know-how e mettere la creatività a servizio di un gruppo di lavoro. Mi è sembrata una sfida stimolante e piena di possibilità di crescita, scambio e arricchimento. È stato così.

Lo stesso entusiasmo mi ha accompagnata durante tutta la preparazione e le riprese, dove spero di aver portato la mia esperienza nella commedia, e dove ho imparato ad affrontare il delicato, irresistibile ed eterno tema della realizzazione della vita sentimentale.