I Viaggi Di Roby

OSCAR 94 - Tutti i film europei candidati


L'Italia presente con " stata la Mano di Dio" di Paolo Sorrentino, ma anche con i film designati dal Lussemburgo, "Io sto Bene" di Donato Rotunno; e dall Iraq, "Europa" di Haider Rashid.


OSCAR 94 - Tutti i film europei candidati
Inizia la corsa per i film europei e non per la nomination alla novantaquattresima edizione degli Academy Awards che si terr a Hollywood il 27 marzo 2022. Quindici finalisti saranno selezionati dal numero totale di candidature e saranno annunciati il ​​21 dicembre; l'Academy ridurr poi quel numero a cinque titoli, i quali saranno annunciati come finalisti l'8 febbraio 2022.

L'Italia presente con " stata la Mano di Dio" di Paolo Sorrentino, ma anche con i film designati dal Lussemburgo, "Io sto Bene" di Donato Rotunno; e dall Iraq, "Europa" di Haider Rashid.

Questa la lista di tutti i film europei, candidati da ogni singola nazione:

Austria: Great Freedom di Sebastian Meise (Austria/Germania)

Albania: Two Lions Heading to Venice di Jonid Jorgji (Albania/Repubblica Ceca/Regno Unito/Italia)

Armenia: Should the Wind Drop di Nora Martirosyan (Francia/Armenia/Belgio)

Belgio: Un monde di Laura Wandel (Belgio)

Bosnia-Erzegovina: The White Fortress di Igor Drljača (Canada/Bosnia-Erzegovina)

Bulgaria: Fear di Ivaylo Hristov (Bulgaria)

Croazia: Tereza37 di Danilo erbedija (Croazia)

Repubblica Ceca: Ztopek di David Ondřček (Repubblica Ceca)

Danimarca: Flee di Jonas Poher Rasmussen (Danimarca/Francia/Norvegia/Svezia)

Estonia: On the Water di Peeter Simm (Estonia)

Finlandia: Compartment No. 6 di Juho Kuosmanen (Finlandia/Russia/Estonia/Germania)

Francia: Titane di Julia Ducournau (Francia/Belgio)

Georgia: Brighton 4th di Levan Koguashvili (Georgia/Russia/Bulgaria/Monaco/Stati Uniti)

Germania: I'm Your Man si Maria Schrader (Germania)

Grecia: Digger di Georgis Grigorakis (Grecia/Francia)

Ungheria: Post Mortem di Pter Bergendy (Ungheria)

Irlanda: Foscadh di Sen Breathnach (Irlanda)

Islanda: Lamb di Valdimar Jhannsson (Islanda/Svezia/Polonia)

Italia: stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino (Italia)

Kosovo: Hive di Blerta Basholli (Kosovo/Svizzera/Macedonia del Nord/Albania)

Lettonia: The Pit i Dace Puce (Lettonia/Finlandia)

Lituania: The Jump di Giedre ickyte (Lituania/Lettonia/Francia/Stati Uniti)

Lussemburgo: Io sto bene di Donato Rotunno (Lussemburgo/Belgio/Germania/Italia)

Malta: Luzzu di Alex Camilleri (Malta/Stati Uniti)

Macedonia del Nord: Sisterhood di Dina Duma (Macedonia del Nord/Kosovo/Montenegro)

Montenegro: After the Winter di Ivan Bakrač (Montenegro/Serbia/Croazia)

Norvegia: The Worst Person in the World di Joachim Trier (Norvegia/Francia/Svezia/Danimarca)

Paesi Bassi: Do Not Hesitate di Shariff Korver (Paesi Bassi/Grecia)

Polonia: Leave No Traces di Jan P. Matuszyński (Polonia/Francia/Repubblica Ceca)

Portogallo: The Metamorphosis of Birds di Catarina Vasconcelos (Portogallo)

Romania: Bad Luck Banging or Loony Porn di Radu Jude (Romania/Croazia/Repubblica Ceca/Lussemburgo)

Russia: Unclenching the Fists di Kira Kovalenko (Russia)

Serbia: Oasis di Ivan Ikić (Serbia/Slovenia/Olanda/Francia/Bosnia-Erzegovina)

Slovacchia: 107 Mothers di Peter Kerekes (Slovacchia/Repubblica Ceca/Ukraina)

Slovenia: Sanremo di Miroslav Mandić (Slovenia/Italia)

Spagna: El buen patrn di Fernando Len de Aranoa (Spagna)

Svezia: Tigers di Ronnie Sandahl (Svezia/Italia/Danimarca)

Svizzera: Olga di Elie Grappe (Svizzera/Francia)

Ucraina: Bad Roads di Natalya Vorozhbit (Ucraina)

Queste le principali candidature mondiali con co-produzione europea:

Bolivia: El Gran Movimiento di Kiro Russo (Bolivia/Francia/Qatar/Svizzera)

Brasile: Private Desert di Aly Muritiba (Brasile/Portugal)

Cambogia: White Building di Kavich Neang (Cambogia/Francia/Cina/Qatar)

Colombia: Memoria di Apichatpong Weerasethakul (Colombia/Thailandia/Regno Unito/Messico/Francia/Germania/Cina/Taiwan/Stati Uniti/Svizzera)

Costa Rica: Clara Sola di Nathalie lvarez Mesn (Svezia/Costa Rica/Belgio/Germania/Stati Uniti)

Egitto: Souad di Ayten Amin (Egitto/Tunisia/Germania)

Indonesia: Yuni di Kamila Andini (Indonesia/Singapore/Francia/Australia)

Iran: A Hero di Asghar Farhadi (Iran/Francia)

Iraq: Europa di Haider Rashid (Italia/Kuwait/Iraq)

Israele: Let It Be Morning di Eran Kolirin (Israele/Francia)

Libano: Costa Brava, Lebanon di Mounia Akl (Libano/Francia/Spagna/Svezia/Danimarca/Norvegia/Qatar)

Marocco: Casablanca Beats di Nabil Ayouch (Marocco/Francia)

Messico: Noche de fuego di Tatiana Huezo (Messico/Germania/Brasile/Svizzera/Stati Uniti)

Palestina: The Stranger di Ameer Fakher Eldin (Palestina/Germania/Siria/Qatar)

Paraguay: Apenas el sol di Arami Ulln (Svizzera/Paraguay/Argentina)

Somalia: The Gravedigger's Wife di Khadar Ayderus Ahmed (Finlandia/Germania/Francia/Somalia)

03/11/2021, 09:03

Simone Pinchiorri