Festival Internazionale della Cinematografia Sociale \
!X

IO LI CONOSCEVO BENE. ALBERTO LATTUADA E ANTONIO PIETRANGELI
- A Prato gli incontri sulla storia del cinema


Con Massimo Smuraglia alla scoperta di due grandi protagonisti del cinema italiano.


IO LI CONOSCEVO BENE. ALBERTO LATTUADA E ANTONIO PIETRANGELI - A Prato gli incontri sulla storia del cinema
Prender il via sabato 4 marzo 2023 alle 16 il nuovo ciclo di incontri sulla storia del cinema dal titolo "Io li conoscevo bene. Alberto Lattuada e Antonio Pietrangeli", organizzati dalla Biblioteca Lazzerini di Prato in collaborazione con la Scuola di Cinema Anna Magnani.

Un viaggio in 4 incontri il sabato pomeriggio (4-11-18 e 25 dalle 16 alle 18.30) condotti da Massimo Smuraglia attraverso lopera di due grandi protagonisti del cinema italiano: Alberto Lattuada e Antonio Pietrangeli.

Nato a Vaprio DAdda nel 1914 il primo, a Roma nel 1919 il secondo, si sono incontrati nel 1953 per la sceneggiatura de "La Lupa" scritto da Pietrangeli e diretto da Lattuada.

Entrambi hanno dato molto al cinema italiano.

Lattuada ha esordito con importanti film neorealisti quali "Il Bandito" (1946), "Il delitto di Giovanni Episcopo" (1947), "Il Mulino del P" (1949) da Bacchelli, per proseguire poi con "Luci del Variet" (1950), diretto con Federico Fellini, "Anna del 1951", dove Silvana Mangano canta e balla El Bayon citato in "Caro Diario" da Nanni Moretti, "La lupa" (1953), "La spiaggia" (1954)e molti altri.

Antonio Pietrangeli conosciuto soprattutto per "Io la conoscevo bene" (1965), spietato quadro sul mondo dello spettacolo, interpretato da Stefania Sandrelli. Ma a lui si devono anche capolavori quali "Nata di Marzo" (1958) e "La Parmigiana" (1963). Due grandi autori cinematografici che hanno raccontato come pochi lItalia di quegli anni.

01/03/2023, 11:33