I Viaggi Di Roby
Paolo Sideri

30/10/1997
Lanciano (CH), Italia

Paolo Sideri


Filmografia dal 2000:
in produzione » corto L'Amore: regia, montaggio, fotografia, produttore
2021 » corto L'Appuntamento: regia, musiche, fotografia, produttore
2020 » corto Il Cravattino: regia, montaggio, fotografia, produttore
2018 » doc Come Castelli di Sabbia: regia, soggetto, sceneggiatura, montaggio, produttore, Secondo Operatore
2017 » Blackbird: regia, sceneggiatura, musiche, montaggio, suono (mix), Operatore, Color grading, Voce giornalista
2016 » Il Diario: regia, attore (Filippo), soggetto, sceneggiatura, montaggio, Secondo Operatore

Biografia:
Nato a Lanciano il 30 ottobre 1997, Paolo è un attore, regista e produttore indipendente. Ha iniziato la sua formazione all'età di tredici anni, con il maestro Claudio Fragasso, e successivamente, dopo la maturità classica, si diploma in regia e reportage audiovisivo al “Centro Sperimentale di Cinematografia – Sede Abruzzo”, sotto la direzione didattica di Daniele Segre.
Paolo debutta alla regia giovanissimo, all'età di quattordici anni, con un cortometraggio autobiografico che intitola “Solitudine”, finalista della sesta edizione del Festival Internazionale del Cinema Patologico di Roma. Tra i suoi lavori principali ricordiamo “Che fine hanno fatto gli angeli?”, film sperimentale mediante cui racconta il degrado sociale ed umano dell’Italia odierna, e i documentari “Come castelli di sabbia” e “Sponde”. Quest’ultimo lavoro, saggio di diploma del CSC, è stato finalista dell’Omovies International Film Festival di Napoli.
Attivo anche come montatore e direttore della fotografia, nel corso della sua giovane esperienza ha esplorato diversi generi cinematografici, soprattutto volti a raccontare la realtà, sperimentando nuove forme di linguaggio e usufruendo anche e soprattutto di moderne tecnologie di ripresa, per enfatizzare maggiormente l’aspetto narrativo di ogni suo lavoro.
Nel 2018 fonda, insieme ai colleghi Orazio Ciancone e Gianmaria Tantimonaco, “PICSAT ABRUZZO”, un’associazione con un progetto ben preciso: produrre opere cinematografiche e teatrali indipendenti, ma anche appartenenti ad altre espressioni artistiche (quali musicali e fotografiche), permettendo a giovani autori di esprimersi al meglio, privilegiando l'espressione artistica e accantonando le regole convenzionali del mercato.
(ultima modifica: 09/06/2021)