Sudestival 2020

S˛ccantare


Regia: Michelangelo Bellani, c.L. Grugher
Anno di produzione: 2009
Durata: 60'
Tipologia: documentario
Paese: Italia
Produzione: La societÓ dello spettacolo
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di proiezione: HD, colore
Titolo originale: S˛ccantare

Sinossi: Da anni la ComunitÓ di Capodarco dellĺUmbria svolge la sua intensa attivitÓ affianco dei pi¨ emarginati. Allĺinterno della comunitÓ vivono e operano decine di persone con disabilitÓ fisiche e psichiche. La ComunitÓ di Capodarco da sempre promuove una cultura dellĺinclusione, della partecipazione, della persona, della pace, vissute nelle scelte quotidiane che ognuno viene sollecitato a compiere in ComunitÓ.
S˛ccantare Ŕ il frutto di un laboratorio svolto in collaborazione con La societÓ dello spettacolo, gruppo di ricerca teatrale umbro che oltre alla propria attivitÓ di produzione artistica si occupa di progetti sociali e di formazione.
ô╚ il secondo anno della nostra esperienza con la ComunitÓ di Capodarco dellĺUmbriaö ľ spiegano c.l. Grugher e Michelangelo Bellani, autori del documentario ľ ôLo scorso anno realizzammo una performance teatrale dal titolo Ah che bella giornata, un evento denso di emozioni che coinvolse profondamente tutti i presenti, noi per primi. Il nostro incontro si focalizza sulle persone, non sulle disabilitÓ. Non abbiamo competenze terapeutico-riabilitative, abbiamo solamente cercato, mediante la nostra attitudine teatrale attenta allĺascolto dellĺinterioritÓ pi¨ che agli standard della societÓ dominante, di rispettare e portare alla luce le molteplici esigenze espressive delle persone coinvolte.
Lĺidea di fare un film ci ha guidato nel corso del progetto. Ed Ŕ proprio questa esperienza di ôfare un filmö che il documentario racconta. Un film, dunque una finzione, ma per raccontare al contrario la nuda veritÓ dei gesti e delle parole. La finzione in questo caso ha inizio solo quando il documentario si conclude e un ciak annuncia la prima sequenza del film da realizzare. Fare un film esprime competenze, contenuti e attitudini specifiche. Un film Ŕ fatto da una duplice sostanza, materiale e creativa nello stesso tempo.
S˛ccantare Ŕ dunque lĺaffermazione di unĺabilitÓ, non di una disabilitÓ, come la celebrazione del pietosismo satinato a cui tanta cattiva tv ci ha abituatoö.
Nel documentario vengono anche citate una canzone di Scialpi e una di Giovanni Lindo Ferretti/Csi, che hanno contribuito in maniera preziosa allo svolgimento delle attivitÓ di laboratorio durante le riprese, e che grazie alla gentile concessione dei due artisti fanno parte della colonna sonora.

Ambientazione: Capodarco dellĺUmbria

  • Festival
  • Home
    video
  • Colonna
    sonora
  • Sala e TV

Video


Foto