CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby
locandina di "Storia di Ray (o l'asino che vola)"

Storia di Ray (o l'asino che vola)


Regia: Giuseppe Di Renzo
Anno di produzione: 2020
Durata: n.d.
Tipologia: documentario
Genere: biografico/sociale
Paese: Italia
Produzione: Michi, Daitona
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di ripresa: 2:33.1
Formato di proiezione: HD, colore
Ufficio Stampa: Quattrozeroquattro
Titolo originale: Storia di Ray (o l'asino che vola)

Sinossi: Ritratto in chiave fiabesca del cinquantaquattrenne Ray Sugar Sandro (Sandro Micolucci), showman di provincia che, attraverso una sana volontà e libertà nel fare-arte, riesce a legittimare, oramai da trent’anni a questa parte, il suo essere-nell’arte. Nella vita quotidiana di Ray, oltre alle tante mansioni artistiche tra cui il canto, la recitazione, la poesia e il nudo artistico, orbitano svariati sogni e passionali obiettivi: il più recente (e da noi documentato) è quello di voler esibirsi nuovamente sul famoso palco di STRAfactor, talent show d’importazione americana, che privilegia le stramberie della periferia musicale italiana e ne evidenzia gli eccessi. Questo desiderio però, osservato ed interpretato dagli occhi di chi è costantemente vicino al nostro Sugar, e in questo caso dal suo fratello maggiore di nome Nico, risulta non dissimile dal canovaccio di tante fiabe in cui il protagonista, prima di realizzarsi nel finale, sopporta molteplici angherie e non pochi soprusi. E infatti Ray, dopo essersi “trasformato” in un asino prima ancora di riuscire a comparire nel tanto anelato show televisivo, dovrà sfuggire, nella sua nuova forma animale, ad una grottesca coppia di clown per riuscire a realizzare la sua ultima volontà: volare!

  • Festival
  • Home
    video
  • Colonna
    sonora
  • Sala e TV

Video


Foto