Sudestival 2020
I Viaggi Di Roby
locandina di "Visioni di Bailor"

Visioni di Bailor


Regia: Maurizio Fantoni Minnella
Anno di produzione: 2011
Durata: 60'
Tipologia: documentario
Genere: antropologico/sociale
Paese: Italia
Produzione: Freezone
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di ripresa: Full HD
Camera: Panasonic
Sistema di montaggio: Avid
Formato di proiezione: colore
Titolo originale: Visioni di Bailor

Sinossi: Visioni di Bailor il racconto in prima persona di Bailor Ba, giovane africano della Sierra Leone, giunge in Italia pi di dieci anni fa, chiedendo asilo politico. Il suo paese in guerra e lui fugge in cerca di un futuro migliore, di pace. Bailor infatti, crede nella pace universale. Seguace della filosofia Rastafari incarnata nel mito di Hail Selassi e Bob Marley, Bailor si convince di essere un profeta (i rasta, dice, sono i veri profeti del mondo contemporaneo), incarnazione del grande cantante giamaicano, un eletto da Dio che lo ha costantemente messo alla prova facendogli affrontare difficolt, pericoli e umiliazioni come la perdita del lavoro e della casa, il ferimento al braccio e al femore, il razzismo quotidiano riservato agli immigrati e il ricovero in un presidio ospedaliaro dove gli viene diagnosticata una patologia mistica ossessiva. Ora egli sa che fare il bene non corrisponde necessariamente a riceverlo dagli altri, che la pace tra gli uomini soltanto un fantasma.
Da tre anni posto sotto osservazione in una comunit psichiatrica pubblica, Bailor continua a vivere conservando dentro di s la speranza di un futuro migliore, raccontando le visioni profetiche dei suoi sogni, vagando per la citt che conosce bene, dove solo pur conoscendo tanta gente straniera come lui con limmancabile tamburo al collo.

Ambientazione: Varese / Porto Ceresio (VA)

Periodo delle riprese: Estate 2011

  • Festival
  • Home
    video
  • Colonna
    sonora
  • Sala e TV

Video


Foto

Notizie