I Viaggi Di Roby

Cast

Con:
Armando Englaro (Zio di Eluana Englaro)
Germana Englaro (Cugina di Eluana Englaro)
Amato De Monte (Capo Equipe Medica Associazione “per Eluana”)
Cinzia Gori (Capo Equipe Infermieri Associazione “per Eluana”)
Riccardo Massei (Primario Pianimazione - Ospedale di Lecco)
Carlo Alberto Defanti (Neurologo - Certificatore Legale dello Stato Vegetativo Permanente di Eluana Englaro)
Franca Alessio (Curatore Speciale di Eluana Englaro)
Ines Domenicali (Presidente Clinica “La Quiete”)
Beppino Englaro

Soggetto:
Ketty Riga

Sceneggiatura:
Ketty Riga
Giovanni Chironi (Collaborazione)

Musiche:
Andrea Saponaro

Montaggio:
Francesca Forletta
Andrea Bonanni (Assistente)

Fotografia:
Giuseppe Pignone
Giovanni Chironi

Suono:
Michele Antonio Parisi
Stefano Di Fiore (Mix)
Andrea Fiorentini (Presa Diretta)

Produttore:
Giovanni Chironi

Voce Narrante:
Rodolfo Bianchi

Voce di Eluana Englaro:
Alessandra Raichi

Fonico di Doppiaggio:
Tommaso Conti

Color Grading:
Raoul Torresi

Versione Inglese:
Beth O'Rourke

Sottotitoli:
Junia Tomasetta

7 Giorni


Regia: Ketty Riga, Giovanni Chironi
Anno di produzione: 2011
Durata: 60'
Tipologia: documentario
Genere: biografico/politico/scienza/sociale
Paese: Italia
Produzione: titolidicoda
Distributore: n.d.
Data di uscita: n.d.
Formato di ripresa: Full HD 1,78:1
Camera: Canon 5D ed ottiche Zeiss
Post Produzione: A cura della Movie Sound Editor di Roma
Formato di proiezione: Full HD e DCP, colore
Titolo originale: 7 Giorni
Altri titoli: 7 Days

Recensioni di :
- 7 GIORNI - L'ultima settimana di vita di Eluana Englaro

Sinossi: “7 Giorni” è un film documentario sulla vicenda di Eluana Englaro: una giovane 21 enne che dopo un terribile incidente non si sveglierà più dal coma. Dopo due anni, la diagnosi sarà senza possibilità di recupero: stato vegetativo permanente.
I genitori della ragazza chiedono, sin da subito, ai medici la sospensione dell’alimentazione artificiale per consentire ad Eluana di riprendere quel circolo naturale di morte interrotto con i protocolli rianimativi.
Ma in Italia non è consentito per legge. Inizia così una lunga battaglia giuridica per far valere quella che i genitori dicono essere la volontà della figlia: un purosangue di libertà che in più occasioni aveva detto che mai avrebbe accettato una simile condizione, preferendo piuttosto la morte.
Nel Novembre 2008 – dopo 9 sentenze e un lungo iter giudiziario - arriva la decisione finale della Cassazione che – accertata la irreversibilità della ragazza ormai diventata una donna di 38 anni e dopo averne ricostruito la volontà tramite testimonianze e documenti – dà il via libera all’interruzione della nutrizione artificiale indicando in un protocollo le modalità di esecuzione.
Dopo alcuni mesi la famiglia Englaro individua la struttura dove far morire la donna e l’equipe medica che dovrà prendersene cura: il 2 Febbraio 2009 avviene il trasferimento di Eluana ad Udine.
La sera del 9 febbraio, dopo sette giorni di ricovero, Eluana muore.

Ambientazione: Udine / Lecco / Roma

Note:
Il primo film documentario italiano sulla vicenda di Eluana Englaro.
Le immagini d'archivio sono tratte da SKY TG24 e dagli archivi del Senato della Repubblica.


Video


Foto