I Viaggi Di Roby

Cast

Con:
Marco Bonadies

Soggetto:
Riccardo Cannone

Sceneggiatura:
Riccardo Cannone

Musiche:
David Hemmings

Montaggio:
Esmeralda Calabria
Marco Rizzo (Assistente)

Fotografia:
Giulio Pietromarchi

Suono:
Giuseppe Massara

Produttore:
Giusy Caroppo

Backstage:
Antonio Cristiani

Backstage:
Vincenzo Napolitano

Organizzatore Generale:
Riccardo Carbutti

Assistente alla Regia:
Nadia Pistillo

Assistente Operatore:
Alessandro Merluzzi

Farinelli Brosco


Regia: Riccardo Cannone
Anno di produzione: 2013
Durata: 3' 50'
Tipologia: documentario
Genere: arte/docufiction
Paese: Italia
Produzione: Eclettica - Cultura dell'Arte
Distributore: n.d.
Data di uscita: n.d.
Formato di ripresa: HD
Formato di proiezione: HD, colore
Titolo originale: Farinelli Brosco

Sinossi: Materiali scintillanti contribuiscono a esprimere il cupo disagio per un fenomeno orrendo quale la castrazione – l’evirazione di inconsapevoli ragazzi d’età prepuberale per evitare la mutazione della voce – iniziato alla fine del 1500 e che la Chiesa cattolica ha ufficialmente impedito solo nel 1902, dopo averlo tacitamente avallato per secoli. Per molti di quei bambini l’operazione ebbe un esito infausto.
Le immagini di una luminosa chiesa del XVIII° secolo. Il fragile corpo contemporaneo di bambino di undici anni. Una voce bianca di sottofondo, cosi straordinaria da meritare la composizione di un’opera nel ‘900.
La Chiesa è San Nicola Tremodiense, ad Andria, in Puglia. E’ la chiesa dove è stato battezzato nel 1705 Carlo Maria Michelangelo Brosco, che diventerà da adulto – famoso in tutto il mondo – “Farinelli”.

Sito Web: http://www.facebook.com/pages/Farinelli-Brosco

Ambientazione: Andria

"Farinelli Brosco" è stato sostenuto da:
Apulia Film Commission
Comune di Andria (Assessorato alla Cultura)
Banca di Andria
Centro Studi Farinelli Bologna
Università di Bari


Note:
"Farinelli Brosco" non è un docufilm, né un omaggio esplicito al Farinelli, quanto una sottile allusione a una pratica crudele, perpetrata su centinaia di bambini nel corso dei secoli, nella speranza di un destino migliore, rispetto alla tetra miseria nelle campagne italiane: un destino come Castrato sublime nei teatri d’Opera d’Europa e nelle chiese cattoliche.

Video


Foto