I Viaggi Di Roby
locandina di "Giussano - Instant North Blues"

Cast

Con:
Matteo Micheli
Paolo Formentini
Roberto Santini
Stefano Borghesi
Paolo Maffeis
Alessandro Damoli
Marzia Spampati
Marco Pievani

Soggetto:
Fausto Di Quarto

Sceneggiatura:
Stefano Migliore

Musiche:
Ramona Welsch
Mina (Brano "Se il mio canto sei tu")
Burzum (Brano "Hermoðr Á Helferð")
Piero Ciampi (Brani "L'assenza è un assedio" e "Adius")
Wolfgang Amadeus Mozart (Quintetto per clarinetto e archi in la mag k 581)

Montaggio:
Enrico Masi
Mirco Marmiroli (Supervisione)

Suono:
Marcello Bianchi

Aiuto regista:
Ugo Romani

Produttore:
Alessandro Ansuini
Ugo Romani

Interviste:
Anna Romani

Camera:
Stefano Croci

Segreteria di Edizione:
Chiara Cremonini

Colore:
Andrea Leone Croci

Supervisore:
Laura Corazza

Attrezzature e Supporto Tecnico:
Alessandro Zanchettin

Referente Scientifico:
Maurizio Ricciardi

Giussano - Instant North Blues


Director: Stefano Migliore, Fausto Di Quarto, Enrico Masi, Stefano Croci, Anna Romani
Year of production: 2010
Durata: 30'
Tipology: documentario
Genres: antropologico/politico/sociale
Country: Italia
Produzione: Chauncey Chester, Caucaso Factory, MELA Dipartimento Scienze dell’Educazione dell'Università di Bologna
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Aspect Ratio: Mini DV
Camera: Panasonic P100 e Handycam 500 Panasonic 3 CCD
Film editing by: Final Cut Pro 6.1 su iMac G5
Post production: Colore Correction. Le immagini della Handycam Panasonic 500 3CCD sono state interlacciate in post- produzione grazie a una funzione di Final Cut Pro.
Formato di proiezione: DVD, colore
Export sales: Chauncey Chester / Blue Channel Film
Titolo originale: Giussano - Instant North Blues
Altri titoli: Giussano - Un Blues per il Nord - Giussano - A Blues for Instant North

Storyline: Giussano è una raccolta di testimonianze tra Brescia e Bergamo di giovani militanti di "Lega Nord".
La forte presa di questo partito-movimento trova le sue motivazioni in aspetti antropologici e culturali, piuttosto che politici; in una iconografia forte, che rimarca un'identità popolare che va sempre più estendendosi, un'agognata indipendenza che ancora sussiste nei più audaci.
Pontida, Alberto da Giussano, il Sole delle Alpi, la polenta, sono tutti elementi che allo stesso modo pesano sulla determinazione antropologica dei lombardi.
Attraverso tre atti (territorio, simbologia e immigrazione) si delinea il manifesto di un nord che non si sente italiano, teatro di una cultura moderna e conservatrice dell'immediato presente.
Abbiamo cercato la strada fuori dai media, dai rotocalchi di internet e ne abbiamo tratto un profilo, lasciando che fossero i “giovani padani” a delinearlo.

Sito Web: http://www.caucaso.info

Ambientazione: Brescia (sezione Lega Nord “Giovani Padani”) / Bergamo (sezione Lega Nord “Giovani Padani”)

Periodo delle riprese: Gennaio 2010

Budget: 2.000 euro

Note:
Il progetto del documentario nasce dalla tesi di laurea specialistica che Anna Romani stava portando a conclusione sul finire del 2009.

  • Festival
  • Home
    video
  • Colonna
    sonora
  • Sala e TV

Video


Foto