FilmdiPeso - Short Film Festival

Acquistalo su € 15.30

Argomenti


La Bambina Buona


Autore: Chiara Rapaccini
Anno: 2011
ISBN: 9788845425097
Pagine: 272
Prezzo: 18,00 €

Descrizione: Questo il libro coraggioso di una donna di Firenze che ha avuto una vita bella, fortunata e dolorosa, difficile e gioiosa. Che stata bambina, figlia di poeta ipocondriaco e di madre austroungarica, sorella di Carlo ragazzo complicato, innamorata sempre, da sola mai. Che a 20 anni andata a Roma per amore e non pi tornata. Che ora madre, artista e vedova insieme. Che ama la vita, e non si vergogna a spogliarsi degli strati vecchi e nuovi della sua esistenza. Come quando si sbucciano le cipolle: bagnano gli occhi di lacrime, ma li fanno pi vivi e pi belli. La bambina buona cresciuta, ha riaperto la sua fabbrica di ricordi chiusa da tanto e ha ricominciato a produrre. Merce fantastica davvero, per ricreare quel mondo l che non c' pi. Santificati dalla polvere del tempo, i personaggi e gli interpreti di questo straordinario teatro mettono in scena una commedia molto dolce e molto amara, fatta di lunghe estati calde e altrettanti inverni freddi, di primi giorni di scuola, di pensieri segreti e amori, di amicizie vere e fratellanze tradite. Di abbracci e di baci, di antenate folli come la Marchesa Casati Stampa e Olga, aspirante zia suicida. Con pudore, ironia e delicatezza, il passato entra nel presente e diventa nitido, a portata di mano. Ecco la borghesia fiorentina a met anni Cinquanta, severa, altezzosa e molto finta. I vestiti di Pucci e le borse di Herms. I vestiti a punto smock e i loden verdi e i cappottini rossi per le bambine. Il bon ton praticato all'estremo con risultati spesso disastrosi ed esilaranti. La perdita della verginit da tacere, e poi la ribellione, i pantaloni a zampa di elefante e le prime manifestazioni femministe. Come un raffinato prestigiatore, Chiara Rapaccini tira fuori dal suo cilindro frammenti di vita intensa, come Pattume, il racconto inedito di Mario Monicelli che chiude il romanzo. Li pesca uno a uno, ce li offre e li racconta, e infine li ricuce in un grande, serio folle puzzle dove ogni tassello ha un cuore e un'anima. E parla. Monicelli, che stato per lunghi anni, fino alla sua morte, compagno di Chiara Rapaccini, diceva che La bambina buona lo spaccato irriverente della borghesia italiana negli anni Sessanta. Mentre scriveva, lei non era molto d'accordo. Alla fine, ha dovuto dargli ragione.

Dagli stessi autori

Notizie