Meno di 30
I Viaggi di Robi

Cast


Soggetto:
Roberto Magnini

Sceneggiatura:
Roberto Magnini

Montaggio:
Roberto Magnini

Fotografia:
Franco Saraceno

Produzione Esecutiva:
Maura Parlagreco

Nato Sotto un Altro Cielo


Regia: Roberto Magnini
Anno di produzione: 2010
Durata: 54'
Tipologia: documentario
Genere: sociale
Paese: Italia
Produzione: Etra Associazione d'Arte e Cultura, Eurofilm
Distributore: n.d.
Data di uscita: n.d.
Formato di ripresa: HDV
Formato di proiezione: Beta Digital, colore
Titolo originale: Nato Sotto un Altro Cielo

Sinossi: Sheikh è arrivato dal Gambia in Italia un po' per caso nel 1989, a ventitrè anni. Nel 1990, sempre un po' per caso,è arrivato a Torino. Operaio metalmeccanico per 12 anni, poi in mobilità, quindi in un call center, ora impiegato. Vive con Sara, milanese, psicologa, hanno due figli, Momodoù e Iboù, di 4 e 2 anni. Nel 2004, dopo 15 anni di impeccabile permanenza sul territorio italiano, gli viene concessa la cittadinanza. Sheikh è cittadino italiano. I preparativi per la partenza di tutta la famiglia per il Gambia sono il prologo di un film che inizia con l'arrivo a Banjul, la capitale, e quindi a Serekundà, la cittadina dove è nato Sheikh. Ad attendere Sheikh c'è tutta la sua famiglia, padre, madre, sorelle, fratelli, nipoti, parenti, amici , un grande clan come sono le famiglie africane. E così, accompagnando Sheikh nel suo ritorno a casa, conosceremo la società dalla quale proviene e quanto sia diversa dalla nostra: soluzioni diverse alle stesse esigenze esistenziali, come dice Eco. Gli incontri e i dialoghi di Sheik ci daranno la possibilità di affrontare temi diversi e di verificare quanto egli sia cambiato dopo vent'anni di permanenza in Italia. Ora egli è il frutto dell'integrazione fra due culture così diverse. Il diverso significato di “famiglia”, ad esempio, in una società la cui povertà impone di rimanere uniti per aiutarsi (brothers and sisters). La “casa” in Africa è uno spazio pubblico, aperto a tutti. Come prima Sheikh non poteva capire chi vive da “single” in Europa, ora sente la necessità di uno spazio “privato” che nella casa africana non esiste. Con i primi risparmi ha aiutato i genitori a costruirsi una casa in muratura, perchè non gli sembrava più concepibile il contrario. Insomma, seguendo Sheikh nel suo viaggio avremo conoscenza diretta della distanza “culturale” che egli ha dovuto “riempire” per giungere ad un esito positivo di integrazione.

Ambientazione: Torino

"Nato Sotto un Altro Cielo" è stato sostenuto da:
Regione Piemonte
Film Commission Torino Piemonte
Piemonte Doc Film Fund (Fondo Regionale per il Documentario - Sviluppo Settembre 2008)


Video


Foto