FilmdiPeso - Short Film Festival

I vincitori della VI edizione del Festival del Cinema Indipendente


I Cinghiali di Portici di Diego Olivares il film vincitore della VI edizione del Festival del Cinema Indipendente di Foggia. Doppio premio a "Mater Natura" di Massimo Andrei. Il Premio della Stampa va Il Vento Fa il Suo Giro di Giorgio Diritti e Sfiorarsi di Angelo Orlando.


I vincitori della VI edizione del Festival del Cinema Indipendente
Massimo Andrei premiato da Maurizio Sciarra
I Cinghiali di Portici di Diego Olivares il film vincitore della VI edizione del Festival del Cinema Indipendente, organizzato dalla Provincia di Foggia, che si concluso ieri sera al Teatro del Fuoco con la cerimonia delle premiazioni. Per aver affrontato in modo non retorico il disagio sociale con un racconto coinvolgente per il pubblico e di forte impatto visivo. questa la motivazione della giuria degli esperti, presieduta dal regista Maurizio Sciarra. Il film di Olivares ha vinto anche il premio Giuseppe Normanno assegnato dalla giuria popolare, con la seguente motivazione: Un film coraggioso e caratterizzato da una disarmante e appassionata onest narrativa, con una storia iper-realista attinente il tema sociale di giovani detenuti e disadattati.

Doppio riconoscimento anche per il film Mater Natura di Massimo Andrei, che ha vinto il premio per la migliore sceneggiatura (il film scritto da Massimo Andrei con la collaborazione di Silvia Ranfagni) e per la migliore interpretazione di Maria Pia Calzone, nel ruolo di Desiderio. La giuria degli esperti ha cos motivato la scelta: premio alla sceneggiatura, per aver scritto un film coraggioso che si muove con disinvoltura tra realt, provocazione e sentimenti e premio al miglior interprete per aver disegnato un personaggio ricco di sfaccettature in modo originale e assolutamente credibile.
Ex aequo per il premio della stampa, assegnato a Il Vento Fa il Suo Giro di Giorgio Diritti e Sfiorarsi di Angelo Orlando.

Nel corso della serata, condotta da Anna Russo, Antonio DOnofrio e Mario De Vivo, sono stati assegnati i premi anche per la sezione cortometraggi. La giuria degli esperti, presieduta da Francesco Saverio Nisio, ha premiato il cortometraggio La via dellarte di Pierluigi Ferrandini, sottolineando lottima qualit di montaggio, musiche e fotografia. Il premio della giuria popolare andato invece a La Guerra dei Corti di Michele Creta. Tomaso Cariboni primo classificato con il corto Ex ha infatti rinunciato al premio, poich impossibilitato a raggiungere Foggia per la cerimonia di consegna, cos richiesto dal regolamento. A pari merito sono stati premiati tre dei cinque cortissimi proiettati nel corso della serata, con la votazione affidata al pubblico presente in sala: Terra di Vincenzo Totaro, Qualcuno tuttuno centomila di Angelo Paparcuri, Un giorno o laltro mi metto in ghingheri di Antonio Zucconi e Micol Bolzonella.

La serata - allietata dalle esibizioni musicali di Umberto Sangiovanni al pianoforte, di Elisabetta Tulli voce e Alfredo Ricciardi alle percussioni stata arricchita anche dalla presentazione in anteprima del backstage di Saturno Contro, film di Ferzan Ozpetek di prossima uscita nelle sale. Il backstage stato realizzato da Nicola Scorza, attore e regista foggiano, che ha lavorato come aiuto regista nel film.

12/02/2007