I Viaggi di Robi

I premi della 16. Edizione del "Festival Storie di Cinema"


I premi della 16. Edizione del
Si chiusa con le premiazioni, domenica 18 novembre al Teatro degli Industri di Grosseto, la 16. Edizione del Festival Storie di Cinema, manifestazione dedicata alla sceneggiatura organizzata dallassociazione Nickelodeon con il sostegno di Provincia di Grosseto, Comune di Grosseto e Banca Monte dei Paschi di Siena Filiale di Grosseto.
Per la giuria di esperti presieduta dal giornalista Giovanni Bogani, dagli organizzatori del festival Francesco Falaschi e Alessio Brizzi, e dallo sceneggiatore-attore Stefano Ruzzante, il premio andato a Il Vento fa il suo Giro di Giorgio Diritti per aver saputo costruire, con i ritmi e le scansioni musicali di un maturo racconto cinematografico, lincontro tra due mondi che non imparano a coesistere. Per aver saputo disegnare con precisione artigianale piccole storie umane, invidie, sospetti, gelosie, desideri. Per aver raccontato il nascere ed il morire di una piccola utopia: il sogno di un vivere diverso. Un sogno soffocato da unintolleranza sottile, sorda, inesorabile. Per aver saputo delineare con nitido realismo una storia particolare, che diviene lo specchio di una paura della diversit diffusa nel nostro presente. Per essere stato molto locale e proprio per questo universale. In sala a ritirare la targa il produttore Mario Chemello.
Il pubblico decreta come vincitore LAria Salata di Alessandro Angelini. A questo premio si unisce anche la giuria degli studenti che ha scelto LAria Salata tra i film in concorso per aver affrontato un tema ostico e delicato insieme riuscendo a suscitare emozioni forti senza cadere nella banalit e nel sentimentalismo, per lefficace impatto narrativo, per lintensit con cui stato trattato il rapporto tra padre e figlio e per la capacit di narrare la storia anche attraverso le immagini. I due premi sono stati ritirati dallo sceneggiatore Angelo Carbone.
Infine un riconoscimento anche per il cortometraggio Solo Cinque Minuti di Filippo Soldi per aver saputo costruire un breve racconto, in bilico tra realt e finzione, nel quale si rovesciano i ruoli tradizionali tra intervistata e intervistatore, e in cui anche la debolezza dellhandicap fisico si rivela fonte di forza interiore. Perch ci mostra quanto la vita sia densa di bellezza, di sorprese, di rivelazioni, anche quando il destino ti ha dato in mano delle carte difficili da giocare. Filippo Soldi pur non potendo venire, ha inviato un simpatico messaggio di ringraziamento anche a nome dei due attori del corto Valeria Golino e Franco Bompressi.
Storie di Cinema con le sue venticinque proiezioni in quattro giorni, si conferma un appuntamento importante con il cinema di qualit in tutte le sue molteplici sfaccettature e d lappuntamento al prossimo anno per unedizione ancora pi ricca.

19/11/2007, 13:07