Festival del Cinema Citt di Spello
I Viaggi Di Roby

I vincitori della 61 edizione del Valdarno Cinema Fedic


I vincitori della 61 edizione del Valdarno Cinema Fedic
Santina del romano Gilberto Pignatelli il miglior film del 61o Concorso Nazionale Premio Marzocco di Valdarno Cinema Fedic che si svolto a San Giovanni Valdarno. Santina racconta la storia di una prostituta e del suo rapporto difficile con il suo sfruttatore, che arriva anche ad amarla. Unopera, secondo la giuria, in cui il regista osserva e racconta con occhio profondo una storia di violenza della quale per non manca mai di sottolineare il senso di piet per i vinti, giustificati nella obbligatoriet dei loro destini. Il film ha vinto il Premio Marzocco su decisione dei presidenti delle tre sezioni del Festival essendo stato gi premiato come miglior lungometraggio.

Per i documentari, il vincitore Terza persona di Linda Fuentes e per i cortometraggi Se c un uomo del cagliaritano Gianclaudio Cappai.
Terza persona incentrato su Christina, una ragazza di 19 anni, allanagrafe Christopher, che vive i momenti pi intensi della sua metamorfosi, prima dellintervento chirurgico per cambiare sesso, che accompagnano la nascita di una nuova persona. La giuria lo ha premiato per la sua sintesi di problematiche esistenziali con tanta profondit e sensibilit.
So che c un uomo, si svolge in uno squallido casale di campagna dove una famiglia vive in tensioni mal represse dove il futuro assente. Una situazione che, per la giuria, rappresentata con icastica efficacia ed una febbrile irruenza di immagini.

La giuria Giovani ha attribuito il premio per il miglior lungometraggio a M.A.R.C.O. del forlivese Alexander Cimini, miglior corto Uerra del barese Paolo Sassanelli e miglior documentario Whishes on a falling star dei toscani Jacopo Cecconi, Gianmarco Sicuro e Paolo Cellamare. Fra gli altri premiati del Festival anche lattrice Karin Proja, interprete di Salom una storia di Raffaele Buranelli.

09/05/2010, 09:53