OFF - Ortigia Film festival
I viaggi di Roby

VIAGGIO SOLA - Senza famiglia? Va bene anche così...


Margherita Buy in un ruolo che la porta a suonare le sue corde migliori. Un film che diverte e fa riflettere su come la scelta di rimanere soli e di non costruire una famiglia propria sia rispettabile malgrado i vincoli e i giudizi della società. Prodotto da Bianca Film, con Stefano Accorsi, Fabrizia Sacchi, Gian Marco Tognazzi, Alessia Barela. In sala da giovedì 24 distribuito da Teodora Film


VIAGGIO SOLA - Senza famiglia? Va bene anche così...
Margherita Buy e Stefano Accorsi
Maria Sole Tognazzi indovina il ruolo per Margherita Buy e costruisce intorno a lei una storia divertente e per nulla leggera.

Scritto con Francesca Marciano e Ivan Cotroneo, il film racconta la storia di Irene (Margherita Buy) che ormai over 40, si ritrova impegnata soltanto dal proprio lavoro; single, senza troppi legami, gira il mondo valutando come "ospite a sorpresa" i migliori hotel a 5 stelle. Quando torna in città è la sorella, con le sue figlie e suo marito, l'unica cosa ad avere un aspetto familiare. L'ex fidanzato Andrea (Stefano Accorsi) è ormai il suo miglior amico e i due riescono a scambiarsi le proprie confessioni rimanendo, fino a un certo punto, alla giusta distanza.

"Viaggio sola" è il riconoscimento che non tutti debbano avere una famiglia, dei figli, una vita sociale, ma che per qualcuno la beata solitudine del presente è più soddisfacente della possibile, drammatica solitudine del futuro. Da sola sto bene e ci voglio rimanere, senza pretese ma senza vincoli, spesso creati dalla società, e malgrado il timore di finire dimenticata da tutti.

Maria Sole Tognazzi riesce raccontare con ironia e il giusto sguardo una persona che ha preso coscienza e fatto questa scelta. Indovinati e misurati tutti gli interpreti da Stefano Accorsi a Fabrizia Sacchi (la sorella), da Gian Marco Tognazzi (il cognato) ad Alessia Barela (la nuova storia di Andrea).

In uscita il 24 aprile distribuito da Teodora Film, "Viaggio Sola" è stato prodotto con il sostegno (giusto) del Mibac e di Rai Cinema.

21/04/2013, 12:00

Stefano Amadio