OFF - Ortigia Film Festival
I Viaggi Di Roby

I vincitori della prima edizione di CineIndie


I vincitori della prima edizione di CineIndie
Venerdì 10 maggio 2013 si è conclusa la prima edizione del Festival CineIndie; un’iniziativa di Sergio Cremasco – titolare di Officina Immagini, studio padovano di produzione e post-produzione cinematografica - e iniziata a novembre scorso con la prima tranche della rassegna.

Un’avventura che ha visto la presenza di oltre 1.000 spettatori durante le serate di proiezione, che ha coinvolto numerosi partner e mediapartner, che ha incontrato l’interesse del Comune di Padova con la concessione del patrocinio e la partecipazione dell’Assessore alla Cultura Andrea Colasio anche nella fase finale.

Ma soprattutto un’avventura che ha attratto numerosi registi, videomaker e produttori da tutta Italia che, nel corso dei mesi, hanno inviato le loro opere da sottoporre a giudizio del pubblico: oltre 200 i registi coinvolti, oltre 5.000 gli utenti del sito che hanno visto e votato le opere finaliste nella settimana precedente al Festival.

Tre le opere vincitrici scelte dal pubblico presente in sala e dagli utenti del sito www.cineindie.it; tre i registi rappresentanti delle categorie in gara (videoclip, cortometraggi e documentari) e premiati con un riconoscimento in denaro e la possibilità di collaborare con Officina Immagini per la loro prossima produzione.

Ecco i tre vincitori:

- Per la categoria videoclip “Ancher – Nina Nora” – di Ludovico Chincarini. Un viaggio tra prati, montagne e acque cristalline grazie al trasporto della musica – rappresentata da un sottile filo rosso – capace di fare evadere la protagonista dalla quotidianità del lavoro in fabbrica.

- Per la categoria cortometraggi “Ci vuole un fisico” – di Alessandro Tamburini e prodotto da Ciro Zecca. L’incontro di due esseri che si credono imperfetti e l’incipit di una storia d’amore, raccontata con ironia e ambientata in una calda notte romana.

- E ancora Alessandro Tamburini e Ciro Zecca i protagonisti per la categoria documentari con “Mai Senza. La sessualità alla terza età”. La commistione di dramma e commedia per raccontare la sessualità della terza età. Volti noti e volti sconosciuti si mixano in questa inchiesta, sviluppatasi “on the road” nei centri anziani, nelle case della gente, cercando di scoprire se e come fanno l’amore i nostri nonni... Segreti, confessioni, momenti intimi e personaggi incredibili, per piangere e ridere sul sesso e sull’età. Con intervista a: Paolo Villaggio, Lino Banfi, Sandra Milo ed altri, tutto viene legato da momenti lirici, accompagnati dalla calda voce del regista Giuliano Montaldo.

13/05/2013, 12:28