I Viaggi Di Roby

2 EURO L'ORA - Set in Irpinia per Andrea D'Ambrosio


Nel cast dell'opera prima di D'Ambrosio, Massimo Ranieri, Maria Nazionale, Paolo Gasparini, Giovanni Esposito, Anna Maria Barbera ed Alberto Franco.


2 EURO L'ORA - Set in Irpinia per Andrea D'Ambrosio
Si girerà a Montemarano, paese nel cuore dell’Irpinia conosciuto per i vini eccellenti e il rito antico del Carnevale, il film "2 euro l’ora" prodotto dalla Achab Film di Enzo Porcelli, con la regia di Andrea D’Ambrosio e scritto a quattro mani con Donata Carelli. Le riprese del lungometraggio, che sarà realizzato col contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, inizieranno a metà aprile e s prrotrarranno per un mese nei luoghi più suggestivi della comunità montemaranese.

D’Ambrosio, per la sua opera prima, ha scelto un cast d'eccezione di cui fanno parte Massimo Ranieri, Maria Nazionale, Paolo Gasparini, Giovanni Esposito, Anna Maria Barbera, Alberto Franco ed altri attori campani.

La storia di "2 euro l’ora" è liberamente ispirata a un fatto di cronaca avvenuto nel 2006 in cui due operaie, insignite della stella al merito del lavoro dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, persero la vita in un incendio divampato nella fabbrica dove lavoravano.

"Oggi è importante raccontare la realtà del nostro paese attraverso il cinema" - dice il produttore Enzo Porcelli -. "Questo film è un film sul lavoro che non c'è, ma anche sulla solitudine di chi cerca l'amore e di chi disegna un mondo di speranza. L'Irpinia è una terra meravigliosa che ben si presta al racconto di questa storia che D’Ambrosio con la sua mano e il suo talento racconterà con grande rigore".

"Dopo i rifiuti di Biutiful Cauntri" - afferma il regista Andrea D’Ambrosio - "racconto il lavoro, soprattutto quei lavori che si è costretti a fare per le condizioni di disagio e di difficoltà che vive il sud e ormai l'intero paese. Ho scritto questa storia insieme a Donata Carelli, dopo la morte in un materassificio di due operaie, d cui una era minorenne. Abbiamo preso spunto da questo episodio per raccontare una storia universale che possa dare anche una speranza a chi insieme al lavoro cerca una vita diversa. In questo mio primo lungometraggio c'è il lavoro di anni, ci sono porte in faccia e il sacrificio di un cinema sempre più difficile da fare, c'è il percorso fstto coi miei documentari e per me" - sostiene D’Ambrosio - "esordire con un produttore come Enzo Porcelli, che ha prodotto i film di Manoel de Oliveira e di Gianni Amelio, è motivo di grande orgoglio"

"Mi sento in dovere di ringraziare il giornalista Aldo De Francesco" - dice il sindaco di Montemarano Beniamino Palmieri - "che mi ha presentato Andrea D'Ambrosio e che, di fatto, ha offerto alla mia comunità l'opportunità di ospitare le riprese del film. La decisione di scegliere Montemarano come location mi riempie di soddisfazione e di gioia. Oltre al movimento economico riconducibile al periodo delle lavorazioni previste la prossima primavera, avremo l'occasione di promuovere il nostro territorio e le nostre tipicità in un film che verrà distribuito nelle sale cinematografiche, parteciperà ai filmfestival e verrà trasmesso anche dalla Rai".

09/10/2013, 15:32