Meno di 30
I Viaggi di Robi

UNO ANZI DUE - La parabola di un uomo alle corde


Un film di Maurizio Battista, con la regia di Francesco Pavolini, che offre al comico romano la possibilit di mostrare il suo carattere e i suoi personaggi. Con paola Tiziana Cruciani, Ninetto Davoli, Emanuele Propizio, Veronica Corsi, Claudia Pandolfi, Ernesto Mahieux, Rocco Barbaro. In sala da gioved 9 aprile con Universal e The Space Movies


UNO ANZI DUE -  La parabola di un uomo alle corde
Maurizio Battista e Claudia Pandolfi in "Uno Anzi Due"
Maurizio Battista porta al cinema da protagonista la sua vena comica romana trasferendo anche molto del suo teatro, fatto di monologhi e di personaggi del quotidiano costruiti per portare alla risata.

Uno Anzi Due la storia di un uomo, marito e padre, che, superati i cinquanta vede il mondo rovinargli addosso. Le sue certezze di famiglia e di "quartiere" cominciano a sgretolarsi dopo la morte del padre, Ninetto Davoli, e la susseguente scoperta che nulla era come sembrava.

Ad una situazione economicamente disperata, viene ad aggiungersi la necessit di organizzare il matrimonio del figlio che con la futura consorte, in attesa di un bambino, non vuole badare a spese. Ovviamente nessuno conosce i problemi finanziari della famiglia e crede che anzi, con la morte del padre, si sia aperta una nuova strada di ricchezza.

Forse la troppa romanit della struttura e dei personaggi imbriglia il film, diretto da Francesco Pavolini, in una sorta di novella regionale che malgrado riesca a proporre situazioni divertenti e a produrre qualche risata sincera, d la sensazione di non avere un respiro almeno nazionale.

Il non detto, il taciuto ampiamente utilizzato e sfruttato per far camminare la storia, con una sorta di incomunicabilit e mancanza di dialogo, tra i membri della famiglia e non solo, che riporta il film al senso dei monologhi di Battista. Senza un interlocutore e senza dunque dover argomentare e discutere, le vicende (e i testi) prendono la piega voluta portando in un'unica direzione.

10/04/2015, 12:13

Stefano Amadio