I viaggi di Roby
Nuovo Cinema Aquila

MIA MADRE - Tanto Moretti e tanta umanitÓ


"Per Cannes faccio tutto" cosý il regista ha commentato la partecipazione del suo film al prossimo Festival francese, accettando la partecipazione anche fuori concorso. Con Margherita Buy e John Turturro, l'ultimo film di Moretti racconta una vicenda personale che porta a riflettere su se stessi e a pensare al proprio passato. Prodotto da Domenico Procacci, Nanni Moretti e Rai Cinema, in 400 copie uscirÓ giovedý 16 aprile con 01.


MIA MADRE - Tanto Moretti e tanta umanitÓ
C'Ŕ sempre un po' di Moretti nei film di Moretti. Sensazioni e abitudini, manie e gusti, alle volte in abbondanza alle volte qualche traccia a colorare un personaggio immaginario da Michele Apicella in poi. In Mia Madre la protagonista Ŕ proprio Nanni Moretti; Margherita Buy Ŕ la regista perfetta, personaggio principale del film alle prese con la tarda etÓ della madre e con le riprese del suo ultimo lavoro.

Un Moretti privato, ricco di quelle sensazioni che si provano avendo a che fare con la vecchiaia e con la scomparsa dei genitori, e uno pubblico, professionale impegnato sul set del film. Due strade che si incrociano in continuazione e che oltre a raccontare il malessere di una figlia rendono pubbliche le idee del regista sul cinema. Moretti in Margherita Buy ma non solo, il regista un po' in ogni personaggio del film, riconoscibile, facendo attenzione, in molte battute, esperienze e comportamenti.

In una Roma originale, bella e poco riconoscibile, segno inequivocabile della conoscenza della cittÓ da parte del regista, di fronte alla malattia terminale della madre, Margherita ha l'occasione per guardare dentro se stessa, valutando i rapporti con gli altri e rivedendo in sogni e realistici pensieri i punti importanti della sua vita.
Il quotidiano di fronte alla percezione di sÚ che perde di sicuro importanza quando incontra la gravitÓ di un lutto importante.

Margherita Buy Ŕ perfetta nell'interpretare la regista; moderata e nevrotica, distratta e puntuale, ma sempre ironica, come l'immagine che abbiamo del suo personaggio. Vicino a lei una bravissima Giulia Lazzarini allettata madre di lei e di Giovanni l'altro figlio interpretato da Moretti. Poi c'Ŕ John Turturro nei panni del protagonista americano del film che sta girando Margherita, immagine ideale di insopportabile follia e umanitÓ di qualche attore con cui un regista deve avere spesso a che fare.

13/04/2015, 15:04

Stefano Amadio