I Viaggi Di Roby

SOUNDTRACK - Finalmente al cinema!


Ti spio, ti guardo, ti ascolto. Dopo 8 anni arriva in sala il thriller a sfondo erotico diretto da Francesca Marra. In sala dal 18 giugno con Distribuzione Straordinaria


SOUNDTRACK - Finalmente al cinema!
Andrea Osvart in Soundtrack di Francesca marra
Ci sono voluti 8 anni dal momento delle riprese per arrivare a poter vedere in sala questo film di Francesca Marra, opera prima ambientata in Abruzzo che ha come protafgonisti Andrea Osvart, Vincenzo Amato, Valentina Lodovini e Giorgio Lupano. Ci sembreranno sicuramente più giovani, alcuni, più snelli altri ma l'importante è che lo sforzo di tutti ma soprattutto della regista e del Mibact che ha speso quasi 1 milione di euro dei nostri soldi, abbia avuto un esito positivo.
Per qualche tempo era scomparsa ogni traccia di questo film; scomparse le società di produzioni, scomparsa la scheda da filmitalia (solo cinemaitaliano l'ha mantenuta...), mentre al Mibact si lavorava per trovare una soluzione e portare a termine il film dandogli un nuovo proprietario e una distribuzione nelle sale.

Girato nel 2007 "Soundtrack - ti spio, ti guardo, ti ascolto" uscirà nelle sale il 18 giugno prossimo con Distribuzione Straordinaria. Il film è un thriller a sfondo erotico con al centro, la gelosia e l’ossessione che prende corpo in un crescendo di dinamiche morbose che porteranno i protagonisti a confrontarsi drammaticamente con i propri fantasmi interiori.

Paolo, tecnico del suono, e Linda, un’attrice emergente, si trasferiscono in un piccolo paese, dove lei inizia le prove di uno spettacolo teatrale incentrato su un rapporto di coppia ambiguo e morboso. Col passare dei giorni realtà e finzione si mescolano e Paolo si scopre geloso di Linda fino ad esserne ossessionato. Incapace di dare voce ai suoi fantasmi, varcherà i confini del lecito fino ad arrivare ad un punto di non ritorno.

Il film cerca di scandagliare l’animo umano nel tentativo di riconoscerne le fragilità profonde e a volte insanabili. “Volevo raccontare - dice la regista - di come sia facile oltrepassare un limite di “ normalità” senza neanche accorgersene, e all’improvviso entrare nella follia da cui tornare indietro non è più possibile”. Il film è scritto da Francesca Marra e Enrico Oldoini.

07/06/2015, 17:35

Stefano Amadio