I Viaggi Di Roby

Al via le riprese di "Oltre il Confine
- La Storia di Ettore Castiglioni"


Dopo quasi tre anni di preparazione e lunghe ricerche storiche, tra giugno e luglio partiranno le riprese del docufilm incentrato sulla storia di Ettore Castiglioni, prodotto dalla trentina GiUMa e sostenuto da Trentino Film Commission.


Al via le riprese di
Dopo quasi tre anni di preparazione, lunghe ricerche storiche, sopralluoghi ed incontri, partono finalmente tra giugno e luglio le riprese del docufilm incentrato sulla storia dell'alpinista, esploratore ed avvocato milanese, Ettore Castiglioni. La prima parte delle riprese si svolgerà a San Martino di Castrozza nel gruppo delle Pale, rifugi prospicienti, lago Calaita, passo Rolle e Val Venegia. La produzione si sposterà poi in Val di Fassa, in Valtellina, a Milano, in Svizzera e in Valle d'Aosta. Come attore protagonista, che vestirà i panni dell’enigmatico Ettore Castiglioni è stato scelto Stefano Scandaletti 38enne, padovano, apprezzato interprete di cinema e televisione nazionale.

"Oltre il confine. La storia di Ettore Castiglioni" sarà prodotto da GiUMa srl di Trento in collaborazione con Studio All Image e Avilab e con gli autori Andrea Azzetti e Federico Massa. L’opera va in produzione grazie al sostegno di diversi soggetti: Trentino Film Commission, il Centro di cinematografia e Cineteca del Cai Centrale, la Sezione C.A.I/S.E.M, la SAT (Società Alpinisti Tridentini), il Credito Valtellinese, la BIMLago di Como. Sarà anche sostenuto da un progetto di “crowdfounding”, per coprire una parte, 10.000 euro, del budget necessario a coprire i costi di produzione, che permetterà quindi, secondo le nuove modalità, anche a tanti appassionati di Castiglioni, di sostenerne le spese e fungere da produttori/sostenitori.

Ettore Castiglioni fu una delle figure più complesse e rappresentative dell'alpinismo del periodo compreso tra le due guerre. Trentino per nascita casuale, di famiglia borghese, figlio e protagonista per scelta anche nel tragico destino, delle montagne del mondo. Figura emblematica la sua, alla quale appunto per la prima volta ci si avvicina con la macchina da presa.
Ettore Castiglioni verrà raccontato dentro le montagne e nei luoghi che lo videro protagonista. Come attivissimo scalatore, che aprì circa 200 vie, tra cui quelle sulla Presolana, nelle Dolomiti di Brenta e sul Pizzo Badile, di cui salì per la prima volta la parete Nord Ovest. Poi negli anni della Seconda Guerra Mondiale, svestita la divisa da ufficiale dell’esercito, aiutò i perseguitati ed ebrei in cerca di salvezza a fuggire dall’Italia. Lungo la linea di confine tra l’Italia e la Svizzera si giocherà il confronto con la scalata più impegnativa di Castiglioni, quella con la sua vita e di tutti quelli che accompagnò altruisticamente verso un futuro in cui sperare. Su questi fatti s’incentrerà la sceneggiatura, fino al tragico epilogo.

16/06/2015, 08:12