I Viaggi Di Roby

PICCOLE BUGIE PIETOSE - A fin di bene per viaggiare


Niccolò Bruna ha presentato il suo doc in concorso al Festival del documentario Visioni dal mondo vincendo il Premio Unicredit Papillon Giovani.


PICCOLE BUGIE PIETOSE - A fin di bene per viaggiare
Un'immagine di "Piccole Bugie Pietose" di Niccolò Bruna
Viaggiare non è sempre facile, per spostarsi da Cuba agli Stati Uniti ad esempio, è necessario dire "Piccole bugie pietose". Lourdes è una signora molto attaccata alla sua città e a Cuba, come attività aiuta quotidianamente i cubani ad ottenere un visto, organizzando i documenti necessari e preparandoli alle interviste con i funzionari. Il documentario è stato realizzato in occasione del 54esimo anno di embargo, ultimo anno di congelamento dei rapporti tra Stati Uniti e Cuba e mostra i limiti di una scelta che ha ben poco di umano.

Una bugia a fin di bene vale più di una verità? Naturalmente il lavoro di Niccolò Bruna è ben lontano dall’esprimere un giudizio, ma anzi apre una riflessione sull’assurdità della situazione cubana. Lo fa attraverso una donna dal carattere forte, molto sicura di sé, che metterà in dubbio la sua vita.

Nonostante l’amor per la patria, dopo aver scattato le tantissime fototessere dei possibili “migranti”, lei stessa si preparerà per questa sfida. "Piccole bugie pietose" ricostruisce, prima nelle interazioni con gli altri e poi con la storia personale della protagonista, l’isolamento e la separazione di questi uomini e donne. Non lo fa però con gli occhi della disperazione, ma con le parole sagge e molte ironiche di un popolo forte come quello cubano.
"Piccole bugie pietose" ridà dignità a questa gente, mostrando i loro desideri e bisogni, che non sono molto distanti dai nostri.

28/12/2015, 09:24

Marta Leggio