I viaggi di Roby

ASSOLO - La Masturbazione comincia a Cinquant'anni


Secondo film da regista per Laura Morante che affronta il tema dell'insoddisfazione della maturit. Una commedia che cerca di far riflettere su argomenti gi molto utilizzati dal nostro cinema. Con Francesco Pannofino, Angela Finocchiaro, Donatella Finocchiaro,Gigio Alberti, Piera Degli Esposti, la stessa Laura Morante, Carolina Crescentini e Marco Giallini. In sala dal 5 gennaio distribuito da Warner Bros.


ASSOLO - La Masturbazione comincia a Cinquant'anni
Francesco Pannofino e Laura Morante in Assolo
Sola con il cane. Certo questa la situazione di Flavia, Laura Morante, che superati i 50 si trova ad avere a che fare con le conseguenze. Di una vita intera fatta di due mariti, due figli, un lavoro come un altro, un ex amante ma soprattutto una personalit talmente inconsistente da essere la chiave della propria insoddisfazione e infelicit.

Il film di Laura Morante per ha il difetto di non emozionare, esattamente come la protagonista, e di non essere capace di approfondire n personaggi n situazioni, rimanendo cos in superficie da aver bisogno della voce narrante e di una psicologa che spiattella l'inconscio insieme a un paio di sogni, per integrare le sensazioni e mostrare qualcosa di pi profondo.

In "Assolo", serve a poco il ricco plotone di attori a disposizione perch ci che manca sono i meccanismi giusti capaci di portare alla risata o alla riflessione; se arrivassero insieme staremmo parlando di Woody Allen (non l'ultimo...), ma nel nuovo film di Laura Morante non arrivano neanche separate o alternate. Il vero problema del film che sembra proprio tutto gi visto e poco originale, come se ci fosse stato uno sforzo ridotto nella stesura della sceneggiatura con situazioni gi abbondantemente sfruttate dal nostro cinema e solamente adattate agli interpreti a disposizione.

"Assolo" non porta da nessuna parte, se non a riflessioni semplici sull'et, sugli uomini, sul sesso, sul matrimonio, chiudendo con un suggerimento degno di "non ci sono pi le mezze stagioni", filosofia di vita di mille gattare: "meglio i cani degli umani".

28/12/2015, 13:41

Stefano Amadio