Festival del Cinema Città di Spello
I Viaggi Di Roby

TRE GIORNI DOPO - Nel Vortice della Mala


Le rocambolesche avventure di tre coinquilini in guai decisamente più grossi di loro. Opera prima di Daniele Grassetti, con Francesco Turbanti, Davide Gagliardini e Valentino Campitelli Aylin Prandi e Giorgio Colangeli. Prodotto nel 2012 è arrivato in sala da mercoledì 1° giugno distribuito da Verdeoro


TRE GIORNI DOPO - Nel Vortice della Mala
"Tre Giorni Dopo" di Daniele Grassetti
In "Tre Giorni Dopo", gioco d’azzardo, mafia e droga assumono contorni decisamente leggeri, forse troppo. Dalle scommesse si innesca un circolo vizioso che ingloba chiunque (persino il prete) nell’affannata ricerca per trovare il denaro necessario per uscirne.

Una corsa di tre giorni tra imprevisti e colpi di scena non proprio imprevedibili.
L’elemento noir del cadavere nel portabagagli non riesce ad essere serio, grazie a un cellulare che squilla con un’improbabile suoneria, come non lo sono del tutto gli strozzini, minacciosi ma dalla mentalità dell’italiano medio-basso.

Le peculiarità dei tre protagonisti (Francesco Turbanti, Davide Gagliardini e Valentino Campitelli) li rendono un trio male assortito, ma comico. La morale della storia, poi, ruota attorno al fatto che dal disagio non si esce completamente, pur migliorando le cose.

Eppure la leggerezza, l’ironia che rende comici la maggior parte dei momenti, e la normalità degli sfortunati protagonisti, rende "Tre giorni dopo" di Daniele Grassetti un film a portata di mano, per ridere senza tanti pensieri.




Chiara Di Berardino

05/06/2016, 09:30