Meno di 30
I Viaggi di Robi

VENEZIA 73 - "Indivisibili", la scelta e il cambiamento


Il film di Edoardo De Angelis presentato alle Giornate degli Autori affronta il tema della consapevolezza e del valore dell'indipendenza. Al cinema dal 29


VENEZIA 73 -
Angela e Marianna Fontana in "Indivisibili" di Edoardo De Angelis
Terzo film di Edoardo De Angelis, da un soggetto di Nicola Guaglianone, "Indivisibili" un dramma familiare e umano, accompagnato da una base musicale di qualit malgrado il genere neomelodico rischi di scadere inevitabilmente nel trash.

Due gemelle siamesi, unite dalla nascita attraverso l'anca e la coscia, con una voce e una presenza di scena straordinarie vivono la loro vita cantando tra cerimonie e serenate a pagamento. Il business, gestito dal padre anche paroliere della coppia, sostiene economicamente tutta la famiglia; la madre, uno zio con il suo compagno che si occupano degli aspetti tecnici ma anche della promozione "spirituale" delle due ragazze.

Il blocco a questo felice fluire di vita condivisa al cento per cento, arriva quando un medico incontra le ragazze e dice loro che sono divisibili con una semplice operazione. La possibilit di scegliere scatena una voglia di indipendenza che materializza in un attimo la tensione da sempre latente in famiglia, fino a spingere tutti sul limite del burrone.

De Angelis, come sempre, si muove bene in questo hinterland campano tra abbandono, miserie, ostentazione di ricchezza e ricerca continua di felicit. "Indivisibili" un film che prende, grazie alla storia, ma anche per merito delle due protagoniste, Angela e Marianna Fontana, brave e convincenti in ogni fase del film.

Il film, presentato alle Giornate degli Autori, sar ospite anche a Toronto e poi uscir in sala con Medusa il 29 settembre.

03/09/2016, 22:30

Stefano Amadio