I viaggi di Roby

QUEL BRAVO RAGAZZO - Uno scemo a capo della mafia


Herbert Ballerina eredita dal padre le redini di Cosa Nostra e con una serie di iniziative divertenti e demenziali cerca di distruggerla. Il nuovo film diretto da Enrico Lando arriva al cinema con Medusa dal 17 novembre. Nel cast Daniela Virgilio, Tony Sperandeo, Enrico Lo Verso, Ninni Bruschetta e Maccio Capatonda


QUEL BRAVO RAGAZZO - Uno scemo a capo della mafia
Herbert Ballerina "Quel Bravo Ragazzo"
Herbert Ballerina, al secolo Luigi Luciano, protagonista e autore del film diretto da Enrico Lando, dimostrando, dopo diverse apparizioni a fianco di registi e attori pi "grandi" come Maccio Capatonda e Checco Zalone, di poter essere lui al centro del film.

"Quel Bravo Ragazzo" un film divertente che sfrutta gli stereotipi legati alla mafia, vera e cinematografica, per raccontare la storia di un personaggio che finisce in un contesto pi grande di lui. E con il Leone di Herbert Ballerina ci vuole poco: ingenuo ai limiti dell'idiozia, riesce a non capire nulla di ci che gli succede intorno, creando situazioni esilaranti e una serie di battute costruite e legate al contesto o completamente senza senso come nello stile Maccio Capatonda.

Gli sceneggiatori ed Enrico Lando usano al meglio i clich del genere, a partire dagli interpreti: c' Luigi Burruano (I Cento Passi) padre di Leone e anziano boss di Cosa Nostra; c' il sempre presente Tony Sperandeo, interprete ideale di ogni film sulla criminalit organizzata; ci sono Enrico Lo Verso e Ninni Bruschetta, siciliani doc e interpreti precisi e sensibili. E c' anche Daniela Virgilio, non siciliana ma tra gli interpreti principali di quel Romanzo Criminale dove la mafia era di stanza a Roma.

"Quel Bravo Ragazzo" un film godibile, indovinato negli intenti che per si perde un po' nello sviluppo della storia, forse troppo impegnato a seguire situazioni e battute divertenti e meno a costruire un filo capace di tenere alta l'attenzione fino alla fine.

14/11/2016, 17:33

Stefano Amadio