CINECITTŔ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

LAZIO TERRA DI CINEMA - Finanziate 16 coproduzioni


I progetti riceveranno fondi per 5,3 milioni di euro attraverso il bando “Lazio Cinema International”.


LAZIO TERRA DI CINEMA - Finanziate 16 coproduzioni
Nicola Zingaretti
Sono stati premiati dal Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti i 16 vincitori della prima finestra 2019 di “Lazio Cinema International” ai quali č stato assegnato un finanziamento di 5,3 milioni di euro: “3 Piani” di Nanni Moretti, “Bastardi a mano armata” di Gabriele Albanesi, “Fellini degli spiriti” di Selma Jean Dell’Olio, “Glassboy, il bambino di vetro” di Samuele Rossi, “Gli anni belli” di Lourenco De Almeida Barbosa De Carvalho, “I Liviatani” di Riccardo Papa, “Il cattivo poeta” di Gianluca Jodice, “Il nostro Papa” di Marco Spagnoli e Tiziana Lupi, “Lo spietato” di Renato De Maria, “L’uomo delle caverne” di Tommaso Landucci, “Maledetta primavera” di Elisa Amoruso”, “Nest” di Mattia Temponi, “Plan de Table” di Dean Graig, “The big other” di Jan Schomburg, “The Shift” di Alessandro Tonda e “Pinocchio” di Matteo Garrone. A tal proposito il regista, presente alla serata di premiazione del 9 luglio al WeGil ha dichiarato che “Pinocchio” č un film al quale pensa da quando č piccolo: “Il mio storyboard risale a quando aveva 6 anni. Č un film per famiglie e spero non appaia come un film dark come molti giŕ stanno sostenendo”.

Arrivano a 79 le coproduzioni internazionali cofinanziate dalla Regione Lazio che hanno vinto 65 premi tra festival nazionali e internazionali e ottenuto 57 nomination basti pesare a “Dogman” dello stesso Garrone che ha rappresentato il cinema italiano agli Oscar 2019 e ha raccolto successi a Cannes, ai Nastri d’argento e ai David di Donatello.

Sul fronte degli investimenti, anche nel 2019 sono stati stanziati 22 milioni di euro, di cui 10 destinati all’avviso pubblico “Lazio Cinema International”, gestito da Lazio Innova, che sostiene le coproduzioni internazionali grazie all’attivazione dei fondi europei POR FESR 2014-2020. In 4 anni attraverso il bando sono stati assegnati 37 milioni di euro che hanno attivato investimenti per quasi 180 milioni, rafforzando la competitivitŕ delle imprese laziali di produzione cinematografica, portando nel Lazio produttori, registi e attori di fama internazionale e, allo stesso tempo, dando impulso al turismo e valorizzando splendide location naturali, ambientali e storiche del territorio.

In questi giorni si č aperta la seconda finestra (con scadenza 31 luglio 2019) e il bando sarŕ rifinanziato anche per il 2019/2020, con altri 10 milioni di euro.

Anche nel 2020 la Regione Lazio sosterrŕ:

· la promozione della cultura cinematografica e audiovisiva (valorizzazione, conoscenza studio, conservazione patrimonio) con 850mila euro per contributi a fondo perduto;

· la produzione cinematografica e audiovisiva con sovvenzioni a imprese per 9 milioni di euro (Fondo Cinema e Audiovisivo);

· le coproduzioni con fondi POR-FESR 2014-2020 (Bando Lazio Cinema International) che vedranno nel 2020 nuovi avvisi pubblici per 10 milioni di euro;

· la promozione dell’esercizio cinematografico: fruibilitŕ strutturale delle sale mediante contributi a fondo perduto da 500mila euro – attivitŕ multidisciplinari con proiezioni di particolare rilevanza culturale e sociale, maggiore coinvolgimento di scuole, studenti e giovani fino a 29 anni e contributi a fondo perduto per 300mila euro;

· la digitalizzazione e il restauro del prodotto filmico e audiovisivo con contributi a fondo perduto a imprese laziali di post produzione;

· Sostegno come socio fondatore della Fondazione Cinema per Roma (Festa del Cinema e promozione e diffusione cultura cinematografica anche attraverso eventi) con un budget che sfiora gli 800mila euro;

· 800mila euro come partecipazione alla Fondazione Film Commission per attivitŕ di promozione del settore;

· Proseguimento interventi in materia di istruzione e formazione per Officina delle Arti P.P. Pasolini, Scuola Gian Maria Volonté. Grazie al FSE prosegue il sostegno alprogramma di formazione “Torno Subito” nella sua linea specifica “cinema”.

10/07/2019, 12:37

Caterina Sabato