Festival del Cinema Città di Spello
I Viaggi Di Roby

SIMONETTA COLUMBU - "Tra la fiction tv e il cinema d'autore"


Dopo i buoni riscontri della quinta stagione, l'attrice sarda è presente anche nel cast della sesta di "Che dio ci aiuti"


SIMONETTA COLUMBU -
Simonetta Columbu
Cagliaritana e figlia d'arte (il padre, Giovanni, è il regista di "Surbiles" e "Su Re"), Simonetta Columbu è tra le protagoniste della nuova stagione di "Che dio ci aiuti" su Rai 1, al fianco di Elena Sofia Ricci e di un nutrito cast (soprattutto) al femminile.

Simonetta, come possiamo presentare la tua Ginevra a chi non conoscesse la serie?

Ginevra è una giovane donna, che arriva al convento degli Angeli Custodi inizialmente come novizia, vuole diventare suora dopo un periodo molto burrascoso della sua vita, ha vissuto un brutto episodio di violenza domestica di cui è stata vittima sua madre e che ha portato suo padre in carcere.
Per questo tante cose "normali" non le ha vissute nella sua infanzia, e si porta dentro un grande peso: nella quinta stagione riesce a metabolizzare in parte molte di queste cose, in questa sesta la vediamo diventare più donna e più sicura di se stessa.

Il cast di questa serie è tutto molto al femminile e le vicende di Ginevra sembrano essere il perno su cui ruota la storia...

Beh, un po' tutti i personaggi principali sono a modo loro dei protagonisti, le nostre storie si intrecciano e si sviluppano l'una nell'altra. Per quanto riguarda le vicende di Ginevra, sicuramente l'arrivo di Monica (personaggio interpretato da Diana Del Bufalo, NdI) ha scombussolato un po' gli equilibri. Ma alla fine tutto si sistemerà per il meglio.

Tu hai iniziato giovanissima sui set dei film di tuo padre Giovanni, decisamente diversi da questo tipo di progetto.

Vero, ma quei film non sono il mio passato, sono anche il mio presente e il mio futuro: nei prossimi mesi parteciperò al suo nuovo lungometraggio che sarà un cartone animato. Diciamo che mi piace molto variare tra i generi, mi piacciono i film e le fiction, ma anche l'animazione sarà una bella avventura: anche perché l'approccio di mio padre al genere non sarà per nulla banale...

Dopo il difficile 2020 per i set cinematografici, il 2021 cosa ti riserva?

Al momento e ancora per un po' sono impegnata nella riprese di "Che dio ci aiuti", sono andate in onda le prime sei puntate ma in tutto saranno una ventina, abbiamo ancora un po' di lavoro da fare.
Subito dopo andrò a lavorare per il progetto di mio padre, e dopo ancora vedremo!

16/01/2021, 18:45

Carlo Griseri