I Viaggi Di Roby

VENEZIA 78 - Su Rai Movie un palinsesto
dedicato ai registi al Lido quest'anno


VENEZIA 78 - Su Rai Movie un palinsesto dedicato ai registi al Lido quest'anno
Una programmazione dedicata alla 78Ş Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica di Venezia per vedere i film che hanno reso famosi o confermato la fama dei registi in concorso quest’anno, una carrellata di film su Rai Movie (canale 24 del digitale terrestre) che comincia martedě 31 agosto. Si parte alle 8.05 con un omaggio a Nino Manfredi di cui vengono riproposte tre pellicole a cento anni dalla nascita: “Le avventure di Pinocchio”, “Spaghetti house” e “Caffč express”. Nel giorno di apertura ufficiale della manifestazione, il primo settembre, andrŕ in onda in prima serata, “Snowpiercer”, diretto dal presidente della Giuria di Venezia 2021, Bong Joon Ho. Di Denis Villeneuve, che porta al lido il fantasy “Dune”, Rai Movie proporrŕ venerdě 3 settembre alle 21.10 il fantascientifico “Arrival”, presentato a Venezia cinque anni fa.

In programmazione anche “Jackie”, il 2 settembre alle 1.30, il biopic su Jacqueline Kennedy e il thriller “Il clan”, il 3 settembre all’1.40, due film di Pablo Larrain in concorso con “Spencer”. “Il geno della truffa” di Ridley Scott č in programma per il 10 settembre in prima serata, data in cui il regista inglese presenta fuori concorso “The last duel”. Significativa la presenza del cinema italiano a Venezia 78 e fra le proposte di prima serata di Rai Movie c’č “Il sindaco del rione sanitŕ”, il 7 settembre, di Mario Martone, in concorso con “Qui rido io”.

Domenica 5 settembre il film “Non esser cattivo”, completato dal regista Claudio Caligari poco prima della sua scomparsa nel 2015 e presentato al Lido quello stesso anno. Di Gabriele Mainetti, che concorre al Leone d’oro col suo attesissimo “Freaks out” č in programmazione l’8 settembre “Lo chiamavano Jeeg Robot”. Da segnalare anche, giovedě 9 settembre, in seconda serata, alle 23.10, “La terra dell’abbastanza”, folgorante esordio dei fratelli D’Innocenzo, per la prima volta a Venezia quest’anno con “America Latina”.

Rivolto a Venezia č anche il tradizionale appuntamento col western del lunedě: il 6 settembre, “Django unchained” di Quentin Tarantino anticipa il documentario “Django & Django”, in cui proprio Tarantino ripercorre la storia del western all’italiana. In seconda serata, “Brimstone”, che affronta in modo spietato il tema della condizione femminile all’epoca della frontiera in concorso a Venezia73.

Fra i classici che ebbero il loro battesimo alla Mostra, presentati nella fascia mattutina, vanno segnalate le copie restaurate di “Senso” di Luchino Visconti (1° settembre), “Le mani sulla cittŕ” di Francesco Rosi (2 settembre) e “Non c’č pace tra gli ulivi” (6 settembre) di Giuseppe De Santis e “La lunga notte del ’43” (9 settembre), di Florestano Vancini. Infine, alle 14 del 10 settembre, un omaggio a Ennio Morricone con “Nuovo cinema Paradiso” di Giuseppe Tornatore, che proprio quel giorno presenta a Venezia “Ennio”, l’appassionato documentario sul grande compositore.

31/08/2021, 10:23