!Xš‚‰

GLOCAL FILM FESTIVAL 22 - I vincitori


Miglior documentario "Il Ciliegio di Rinaldo". Il Premio Doc Short - Cinemaitaliano.info va a "Angel Incio presenta Nuestro Senor".


GLOCAL FILM FESTIVAL 22 - I vincitori
Si è concluso lunedì 20 marzo 2023, al Cinema Massimo di Torino, il 22° Glocal Film Festival, diretto da Alice Filippi e organizzato dall’Associazione Piemonte Movie. La manifestazione, durante la cerimonia di chiusura che ha preso il via alle 19.00, ha assegnato il Premio Prospettiva all’attore Jozef Gjura e i riconoscimenti per tutte le sezioni competitive del festival.

“Con questa edizione POP, la prima come direttrice artistica e la 22a per il Glocal Film Festival, abbiamo sfiorato le 5.000 presenze tra gli spettatori dei diversi eventi, dall’anteprima Too Short to Wait, gli eventi off e i 6 giorni di Glocal, e gli studenti coinvolti nel progetto Professione Documentario - dichiara Alice Filippi Le proiezioni sold out e la selezione eterogenea che abbiamo offerto ci rendono orgogliosi del nostro cinema targato Piemonte, un cinema glocal; mentre dibattiti e masterclass sono stati un’occasione di confronto tra autori e spettatori. Questa grande partecipazione è una bella iniezione di fiducia per il futuro, non solo per il ritorno in sala, ma anche per il magico rapporto con il pubblico.”

Concorsi documentari: Panoramica Doc, Doc Short e Professione Documentario

La giuria, composta da Marco Ponti (presidente), Emanuele Pasquet e Irene Dionisio, ha decretato il vincitore tra i 5 documentari del concorso Panoramica Doc a cui va il Premio Torèt Alberto Signetto - Miglior Documentario (2.500 €) a

IL CILIEGIO DI RINALDO di Alessandro Azzarito (Italia, 2022, 75’)
motivazione: Il ciliegio di Rinaldo è un film che parla dritto al cuore. C’è il tempo che passa, il sapere da consegnare in buone mani prima che sia troppo tardi, c’è il silenzio, l’amicizia, la natura, e c’è il futuro, nel quale storie del genere fanno tornare a sperare. Ci siamo emozionati a seguire Rinaldo e abbiamo desiderato di essere lì, con le scarpe sporche di terra e lo sguardo lassù, verso le nuvole, con lui che ci dice di salire fino in punta all’albero dove nessuno è salito e poi di metterci bene in piedi, dritti, senza paura.


Menzione a AFTER A REVOLUTION di Giovanni Buccomino (Italia-Regno Unito, 2022, 121’)
motivazione: Per la consapevolezza registica e drammaturgica, per la paziente costruzione del reale attraverso gli ingredienti del tempo, dell'amore e della passione per i propri personaggi. Un affresco, moderno e antico insieme, di un paese che tenta di uscire da una tragica impasse anche grazie alla lotta dei suoi stessi figli.

La giuria assegna inoltre il Premio Doc Short - Cinemaitaliano.info (consiste nella partecipazione al Toscana Filmmaker Festival) a

ANGEL INCIO PRESENTA NUESTRO SEÑOR (14’) di Jacopo Ficulle
motivazione: Un lavoro che ci fa esplorare un mondo che si conosce poco, e che una volta conosciuto, ci piacerebbe vivere, esplorare. Un lavoro che racconta il territorio nella sua realtà e pienezza, in tutte le sue forme, con estrema capacità, sincerità e padronanza della tecnica.


I Premi del pubblico di Panoramica Doc e Doc Short, offerti dall’Azienda Agricola Santa Clelia, vanno a DEAR COCHISE di Guido Passi (Italia, 2022, 80’) e CINCHECIÒ - GENTE DI MORRA di Giacomo Bolzani (9’)

Gli studenti delle scuole coinvolte nell’omonimo progetto assegnano il premio Professione Documentario (500 €) a SE FATE I BRAVI di Stefano Collizzolli e Daniele Gaglianone.
motivazione: Per la capacità di coinvolgere il pubblico ed emozionare raccontando un evento dal quale la generazione più giovane non è stata toccata in maniera diretta.

Concorso cortometraggi: Spazio Piemonte

La Giuria, composta da Valerio Berruti (presidente), Eugenio Cesaro e Paolo Mitton, assegna il Premio Torèt - Miglior Cortometraggio (1.500€) a

THE DELAY di Mattia Napoli (15’)
motivazione: Una commedia intelligente e poetica, capace - senza l'uso dei dialoghi - di far ridere e al tempo stesso raccontare una storia al di là della realtà senza farla risultare complicata. Questo grazie alla minuziosa sceneggiatura, alle inquadrature perfette, al ritmo del montaggio, alle performance impeccabili degli attori, a una Torino fotografata di sfuggita. Elementi che suggeriscono i toni del miglior cinema muto d'oltralpe.

La Giuria ha assegnato inoltre i seguenti riconoscimenti:

Premio ODS - Miglior Attore (buono 800€ per corsi o seminari di O.D.S. Operatori Doppiaggio e Spettacolo)

Giovanni Anzaldo in Il Vespista di Francesco Crivaro
motivazione: Per aver trainato l’intero cortometraggio con la sua interpretazione, con la quale porta lo spettatore ad immedesimarsi in uno stato di spaesamento e inadeguatezza.

Menzione a Ettore Scarpa in Awesome di Giovanni Scarpa
motivazione: Per la grande prova attoriale al limite della performance artistica. Un ruolo difficile, in un film surreale, nel quale con la sola corporeità riesce a colorare di malinconia un personaggio emarginato.

Premio ODS - Miglior Attrice (buono 800€ per corsi o seminari di O.D.S. Operatori Doppiaggio e Spettacolo)

Bianca Genovese in Buon Natale di Viren Beltramo
motivazione: Per la naturalezza dei suoi sguardi e la tenerezza della sua voce. Ottimamente diretta dalla madre regista, porta in scena la nostalgia di un rapporto con il padre incantevole e al tempo stesso effimero.

Assegnato anche il premio Miglior Corto d’Animazione (buono di 200€ offerti da Libreria Pantaleon) a PENTOLA di Leo Černic (7’)
motivazione: Per il valore artistico del disegno e delle gag animate e per la visionarietà con cui tratta un tema contemporaneo trasportandolo nel mondo dei supereroi.

Menzione a GRAZIANO E LA GIRAFFA di Fabio Orlando e Tommaso Zerbi (6’)
motivazione: Senza l'utilizzo di parole e grazie alla grande espressività dei personaggi, riesce a raccontare il percorso evolutivo dei sapiens, ma al contrario.

Premi partner

Il Premio Machiavelli Music - Miglior Colonna Sonora Originale è stato assegnato dal team di Machiavelli Music a Elia Pellegrini per la musica del cortometraggio Quando si ritira il mare di Francesco Lo Russo
motivazione: La colonna sonora del corto ci guida in un viaggio onirico attraverso i ricordi e la memoria di due fratelli. La musica ha il potere di far riaffiorare ricordi che si lasciano intravedere prima di svanire.

Il Premio Scuola Holden - Miglior Sceneggiatura (buono da 450€ per partecipare a uno dei Wonderlabs), assegnato dagli allievi della classe di Drama 1 della Scuola Holden, coordinati dal docente di sceneggiatura Emanuele Aldrovandi, assegna il riconoscimento a THE DELAY di Mattia Napoli (15’)
motivazione: Per l'originalità, la prova attoriale e la tecnica pulita. Il corto riesce a ritrarre le idiosincrasie di una società costantemente fuori tempo, in cui l'incomunicabilità è padrona.

Il Premio del pubblico, offerto dall’Azienda Agricola Santa Clelia, va a SHE di Donato Luigi Bruni (16’)

20/03/2023, 19:47